Animale Totem

L’Animale Totem, conosciuto anche come Animale di Potere, Guida Sciamanica, Animale Medicina o Animale Guida è un’energia astrale portatrice di simboli che dona capacità e verità particolari a seconda della sua natura e a seconda della natura della persona in cui si manifesta. In antropologia, un totem è un’entita naturale o soprannaturale che ha un significato simbolico particolare per una persona, clan, tribu, come dir si voglia, a cui ci sentiamo legati per la vita. Il termine deriva dalla parola “ototeman”, usata dai Nativi Americani Ojibway. In alcune tribù nordamericane, tronchi d’albero sono decorati in raffigurazioni seriali di totem sovrapposti,ideai per formare formare pali/totem, che spesso vengono erroneamente chiamati “totem” essi stessi.
Nelle culture sciamaniche di tutto il mondo la connessione con gli Animali di Potere è fondamentale. L’Animale di Potere, attraverso il suo riconoscimento ed in alcuni casi attraverso un’ iniziazione, dona le sue qualità alla persona che lo invoca realizzando così un legame che può durare anche per tutta la vita.
Ogni Animale ha un significato diverso che differisce anche a seconda della persona con cui entra in contatto, quindi non è propriamente esatto definire in modo assoluto che un determinato animale dona quelle caratteristiche, perché in base all’individuo e alle sue energie i significati simbolici ed esoterici dell’animale possono cambiare, anche diametralmente!
Ogni essere umano può possedere uno o più Animali di Potere, essi possono accompagnarci per un periodo più o meno lungo a seconda di ciò che abbiamo bisogno in quel momento storico della nostra esistenza: sia come insegnamento che come aiuto.
E’ fondamentale riconoscere l’animale di potere ed entrare in sintonia con le sue energie, entrare a conoscenza del suo nome rafforza notevolmente il legame e i doni che esso porta.
E’ consigliabile non rivelare l’identità dell’Animale di Potere e soprattutto è opportuno non rivelare il suo nome (nel caso foste riusciti a venirne a conoscenza).
L’Animale di Potere oltre a guidarci e rafforzarci sul piano fisico, agisce e aiuta nei mondi spirituali interiori: esso è una vera e propria guida nel viaggio interiore fungendo da protettore nelle esperienze mistico-esoteriche.
Una volta riconosciuto l’Animale di Potere è importante mantenere un legame solido con esso: più tempo ed energie dedicheremo a questo rapporto di interscambio energetico e più le energie e le qualità dell’animale saranno le nostre, facendo così aumentare i nostri potenziali mentali, fisici e spirituali.
Per mantenere un buon contatto con l’Animale di Potere basta richiamarlo e prestargli attenzione riconoscendolo oppure un ottimo scambio energetico è la danza sacra con l’Animale di Potere.
Ci sono altri metodi per rinsaldare e fortificare il legame con l’Animale di Potere come ad esempio immedesimarsi in esso o semplicemente richiamandolo mentalmente. Anche guardare un documentario che parla del proprio Animale di Potere può aiutare ad attrarre questa sua energia. Gli animali guida da sempre vengono considerati come depositari di poteri che travalicano lo spazio materiale e possono fornire specifici messaggi a coloro che essi scelgono. Il popolo Nativo Americano aveva tra le sue guide animali l’aquila, l’orso, la lince, il serpente (comune a molte altre culture anche precedenti), e diversi altri animali detti anche di Potere. Ma non fu l’unico popolo questo ad attribuire specifiche caratteristiche, che possono anche essere definite come extrasensoriali, agli animali. Un animale totem, di potere o guida parla all’interno dell’individuo, in tutte le culture questo essere che si presenta o tramite meditazioni, trance o attraverso la forma onirica, intende comunicare delle cose al soggetto che sceglie per affinità. Ecco perché è importante riconoscere il proprio animale guida e capire perché abbia scelto proprio una persona specifica.

Noi e gli Animali Totem
Dei nostri 9 totem, due camminano al nostro fianco costantemente (le guide piu’ importanti), mentre gli altri sette seguono tutte le direzioni : nord, est, sud, ovest, sopra, sotto e dentro. Gli Animali Medicina corrispondono agli spiriti archetipali collegati a ciascuna specie animale, e sono portatori di un messaggio ben preciso quando compaiono sul nostro cammino. Ciascun animale, infatti, è dotato di caratteristiche biologiche e comportamentali ben precise che lo
caratterizzano ed i Nativi Americani – consapevoli del collegamento tra gli esseri viventi – hanno saputo osservare i vari modelli di comportamento e ne hanno tratto lezioni di vita, che noi conosciamo come: Medicina degli Animali, che ci permette di far nostro il potere dei medesimi alfine di sviluppare il nostro ruolo lungo la Buona Strada Rossa per avvicinarci al Grande Mistero.

Identità degli Animali Guida
Nelle tradizioni sciamaniche ogni uomo è legato ad un animale, il quale lo accompagna durante il cammino della sua vita e dal quale ottiene le proprie capacità naturali ed i suoi talenti. Secondo gli sciamani, ognuno degli Animali Totemici possiede la piena consapevolezza di uno dei tre Regni Naturali tra Aria, Acqua e Terra.
Lasciando in seguito l’analisi delle caratteristiche dei singoli Totem, è possibile notare come la loro ripartizione a seconda di Tre dei sei elementi naturali/magici di base, ci conduca alle seguenti domande: tale legame con gli elementi può significare che gli Animali Totemici beneficiano dei poteri dell’Onda? Gli altri tre Elementi, Luce, Oscurità e Fuoco, sono estranei all’identità degli Animali Totemici?
Ritengo che la risposta alla prima di queste domande sia sì. Personalmente credo che si potrebbe considerare gli Animali Totemici quali versioni “Risvegliate” od “Ascese” degli esemplari più comuni di tali esseri viventi, la loro esistenza si deve totalmente alla volontà divina e proprio tramite la divinità, possono senz’altro essere connessi alla Forza Creatrice, secondo lo stesso principio secondo cui gli Incantatori ricevono e utilizzano le loro capacità magiche.
Per quel che riguarda la seconda domanda c’è da considerare (e lo si vedrà, come già detto, analizzando ciascun Animale Guida) che le tracce dei tre elementi apparentemente “esclusi”, riappaiono in realtà associati ai Totem dei tre elementi citati, anche se quasi mai in maniera regolare: mi spiego, il Corvo è intuitivamente un Totem d’Aria e Tenebra, al tempo stesso il Lupo Totemico è un animale di Terra e Tenebra, ecco dunque che l’elemento Tenebra viene associato ad altri due senza corrispondenze obbligatorie (anche se è possibile riscontrarne alcuni bilateralismi preferenziali). Da notare ad ulteriore riprova di una possibile connessione tra Animali Guida ed Onda, che MAI è riscontrabile l’associazione in un totem tra elementi che la base dei nostri studi magici considera dichiaratamente opposti (in poche parole non esistono Totem associabili alle impossibili coppie Luce/Tenebra, Acqua/Fuoco, Aria/Terra).
Al tempo stesso, non associabili tra loro restano anche gli elementi dei succitati “reami naturali”, dove difatti la coppia di opposti Aria/Terra non si riscontra (ne si potrebbe riscontrare) in nessun Animale Totemico, altrettanto però, non è possibile trovare Totem d’Aria/Acqua e d’Acqua/Terra (anche nel caso di Animali “ambigui”, come potrebbero essere il Cigno o la Lontra Totemici, è sempre uno degli elementi dei tre “reami naturali” a prevalere, nel primo questo caso l’Aria a discapito dell’Acqua, nel secondo l’Acqua a discapito della Terra).
Per il resto le possibili (ma da ricordarsi, NON rigide) combinazioni possono essere:

Aria/Luce, Aria/Fuoco ed Aria/Tenebra
Acqua/Luce, Acqua/Tenebra
Terra/Luce, Terra/Fuoco, Terra/Tenebra

Tra queste, le già citate corrispondenze Aria/Tenebra e Terra/Tenebra sono di sicuro quelle prevalentemente riscontrate. E’ inoltre evidente che i Totem d’Acqua possiedono meno attributi elementari (dato l’impossibile combinazione Acqua/Fuoco) è ciò potrebbe essere anche la reale motivazione, assai più plausibile di alcune improbabili motivazioni mitico/folkloristiche che sono state riportate, per il ridotto numero di Animali Totemici di tipo acquatico.

Come trovare il proprio Totem
Esistono diversi modi che, insegnano gli sciamani, consentono ad un individuo di trovare od “essere trovato” dal proprio Animale Guida:
1.Il primo metodo è attraverso una semplice cerimonia oracolare officiata dai sacerdoti al momento della nascita di un bambino. Spesso però, l’esito non è considerato definitivo e sicuro, dato che la comunione tra persona ed Animale Totemico deve essere un rapporto di sintonia che cresce col tempo. Divenendo adulti può capitare di non trovare più alcun punto in comune coll’animale identificato per noi alla nascita. Se, dunque, la sintonia viene meno, può accadere che un individuo perda il proprio Animale Guida iniziale e si metta alla ricerca di un altro più consono alla propria indole. E’ possibile, dunque, che vi siano adulti che, avendo perso il proprio Animale Guida durante la fanciullezza, ancora non ne possiedono uno e lo ricerchino. E’ altresì assai difficile, invece, cambiare il proprio Totem dopo il raggiungimento dell’età adulta; la cosa più probabile può essere quella di perderlo definitivamente, evento che equivale al disconoscimento totale delle proprie radici ed a cui segue il ripudio da parte del proprio clan tribale. Data l’insicurezza ed i possibili rischi di perdere la guida del proprio Totem (con i nefasti esiti che ho appena citato) molte famiglie hanno abbandonato tale pratica, lasciando ai loro figli la libertà di ricercare il proprio Spirito Animale crescendo od una volta giunti in età adulta.
2.Dal momento che, secondo gli sciamani, tutti gli esseri viventi sono legati gli uni agli altri tramite una “forza creatrice” dovrebbe essere possibile evocare direttamente l’Animale Totemico prescelto e la sua forza particolare. Condizione necessaria è unicamente la disposizione adatta, cioè il rispetto e la disponibilità ad accettare l’aiuto che dall’Animale Guida viene offerto. Mediante la concentrazione fissata su un determinato animale e l’intenso desiderio di mettersi in contatto con la sua forza, si crea un legame immediato che rapporta l’individuo direttamente allo spirito del Totem. Questa “ricerca” del proprio Totem è un metodo molto istintivo e spesso le menti più razionali, se non particolarmente dotate nella ricezione dell’arcano, difficilmente riescono a seguirlo ottenendo un buon fine.
3.Vi è infine, la possibilità di intraprendere un lavoro o una ricerca spirituale ed arcana insieme, facendo ricorso ed evocando direttamente alla forza degli Animali-Totem, sviluppando così un vero e proprio rituale. Alla base di esso deve esserci una chiara e precisa idea della propria identità e la comprensione della forza interiore e delle caratteristiche tipiche dell’animale prescelto. Una descrizione dei singoli rituali molto complessi andrebbe ben oltre la breve narrazione che qui mi sono preposta.

Simbiosi Uomo/Animale
Convinzione ancestrale degli sciamani è che la partecipazione e la compenetrazione del mondo naturale (e l’acquisizione consequenziale delle sue forze misteriose) passi attraverso una necessaria mediazione: l’assunzione di tratti animali ed il risveglio dell’animale totemico insito in ciascuno di noi.
A riguardo potrebbe esistere anche un caso estremo: in teoria chiunque riuscisse ad assumere l’aspetto di qualsiasi Animale Totemico, sarebbe il conseguente signore di tutti e tre i Reami Naturali, Aria, Acqua e Terra.
Appare evidente che il possesso e la conseguente “possessione” da parte dell’elemento animale del proprio Totem, abbia un risvolto negativo: gli animali (totemici o meno che siano) rappresentano il potere non vincolabile ed irrefrenabile della natura e dell’inconscio, il pericolo che l’irrazionale ed il caos vincano e scardinino legge ed ordine. Nei racconti sciamanici si narrano di valorosi guerrieri che affrontarono e sconfissero a mani nude versioni particolarmente mostruose dei tipici Animali Totemici. A fronte di ciò tali guerrieri assunsero in sé le caratteristiche dell’animale trovando così il giusto compromesso ed equilibrio tra uomo e bestia.
Alcuni Totem in particolare, quale l’Orso ed il Lupo, per ragioni spesso inspiegabili o ricondotte a “questioni di fede” dagli sciamani, sembrerebbero entrare più facilmente in sintonia con gli uomini che li scelgono come guida. I cosiddetti “Uomini-Orso” e gli “Uomini-Lupo” da non confondersi però coi Lupi Mannari, possiederebbero, secondo gli antichi sciamani, una particolare condizione iniziatica per la quale sfrutterebbero, senza tuttavia esserne posseduti, l’aspetto aggressivo e minaccioso del proprio inconscio nei momenti di battaglia.

Comunicare con gli Animali Guida
I Totem ci visitano costantemente durante i sogni, così sostengono gli sciamani, l’apparizione di un animale, in generale, sarà dunque da leggere come il manifestarsi di un presagio (se favorevole o nefasto non è sempre di facile interpretazione) ed, in ogni caso, un messaggio sacro da parte degli dei.
Tali “visite” non devono essere interpretate esclusivamente come manifestazioni di spiriti protettori (od ostili, nel caso) ma la visione di un animale che spesso annuncia l’approssimarsi di un evento determinante nella vita di una persona, al quale egli deve prepararsi (l’apparizione in sogno di un pipistrello indicherebbe, ad esempio, la necessità di staccarsi da una particolare abitudine, o da una vita che non soddisfa più).
Spesso gli sciamani si spingono in uno stato di sonno autoindotto o di stordimento (generalmente mangiando alcune specie di funghi allucinogeni o bevendo tisane fatte di erbe dagli effetti soporiferi) proprio col fine di “attirare i sogni” e poter interrogare gli Spiriti Guida od ottenerne delle impressioni.
Anche l’apparizione fisica dei vari animali va interpretata come una manifestazione del divino, e in tal caso va letto come un messaggio che ci arriva dall’Universo.

Meditazione per incontrare il proprio Animale Totem
La tecnica per incontrare il proprio animale totem è in realtà semplicissima. Mettetevi comodi su una sedia a schienale diritto o sdraiati.
Chiudete gli occhi e dedicatevi all’esercizio di rilassamento, continuandolo finché il vostro corpo e la vostra mente non siano riposati e in pace.
A questo punto visualizzate davanti a voi una grotta o un’ apertura simile nella terra, che può essere anche il tronco cavo di un albero, una buca, un pozzo, lasciate che questa immagine abbia il tempo di diventare ben nitida e stabile quindi procedete verso di essa e alla fine entratevi dentro.
Non tentate di vedervi dall’esterno come se steste osservando il personaggio di un film ma al contrario cercate di essere davvero lì dove la vostra mente dice che dovete essere, intenti a camminare e a sentire l’ambiente circostante percepite voi stessi nella vostra intimità più profonda.
Una volta dentro la grotta, vi verrà incontro una guida che può assumere una tra molte forme non abbiate aspettative a riguardo ma uno stato mentale di totale apertura e accettazione deve rappresentarvi totalmente altrimenti fallirete. Maschile o femminile che sia potrà essere percepita semplicemente come una luce splendente, mobile, o sotto le spoglie di un vecchio con la barba grigia o persino di un animale. Se la guida assume la forma animale potete stare certi che non si tratta del vostro ausiliario animale ma di un compagno che vi condurrà nel reame interiore. Nelle profondità della grotta o dell’apertura, c’è una galleria che giunge nelle viscere della terra. La guida allora vi accompagnerà dentro la galleria. Percorrendola, può darsi che abbiate una sensazione di rapida accelerazione.
Non allontanatevi: è perfettamente naturale e normale. Alla fine uscirete con la vostra guida in un paesaggio interiore. A questo punto concedetevi il tempo di acclimatarvi e guardarvi attorno. Di che genere di paesaggio si tratta? Ci sono alberi, montagne, fiumi, laghi? Che ora del giorno è? Fa freddo o caldo? Spira vento o l’aria è immobile? Quando vi sentirete abbastanza «a casa», sarà il momento di procedere all’esplorazione. La guida attenderà il vostro ritorno. Il vostro scopo consiste nel cercare un animale (o più di uno) in questo paesaggio. Prendete nota di tutti quelli che vedete, e non sottovalutateli se sono minuscoli e sembrano insignificanti. Molti preferirebbero un magnifico lupo, un orso, un leone quale ausiliario animale, forse senza rendersi conto che uno dei più potenti animali nella tradizione americana indigena è l’umile topo. Nello sciamanesimo classico, bisognerebbe vedere il proprio ausiliario animale da tre angolazioni diverse ma potete anche fidarvi dell’istinto per individuare l’animale a voi appropriato. Ovviamente dovrete evitare tutti gli animali che vi mostrino zanne scoperte poiché non agiranno da ausiliari bensì ostacoleranno il vostro cammino.
Una volta visto un animale, o più animali totem, che sembri avere un’affinità con voi siate pronti ad accogliere qualsiasi insegnamento voglia darvi per quanto possiate non comprendere subito sarà una cosa che vi porterà saggezza proveniente dalla vostra stessa anima, evitate subito di dare giudizi avventati a ciò che credete di aver sentito o ricevuto perché se non capite è colpa vostra che non siete totalmente in linea con la vostra anima non dell’anima che non si fa capire. Se non si è ancora accostato a voi, aspettate di vedere se lo fa.
Ciò che accade a questo punto, non sta a me dirvelo. Il vostro animale totem può interagire con voi in mille modi diversi. Quando sentite che l’esperienza è conclusa, prendete semplicemente congedo dal vostro animale totem e uscite dalla galleria con la vostra guida ringraziando dell’esperienza e degli insegnamenti oltre che della possibilità avuta. Al momento di dare l’addio alla vostra guida all’imboccatura della grotta, createvi l’immagine della vostra stanza e gentilmente unitevi al vostro corpo che è là. Respirate a fondo ancora per un pò, muovete braccia e gambe, aprite gli occhi. Non appena vi sarete completamente ricollegati al vostro ambiente normale quello reale è consigliabile prendere appunti precisi descrivendo ogni visione od oggetto simbolico offertovi dal vostro animale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...