Medicina Ayurvedica

Che cos’è la Medicina Ayurvedica
L’Ayurveda è il più antico sistema di guarigione olistica utilizzato nei secoli moderni. La cosa interessante è che le persone in India preferiscono il trattamento ayurvedico rispetto alla medicina convenzionale e l’ayurveda viene studiata nelle scuole e nelle università.L’ Organizzazione Mondiale della Sanità, nel suo congresso di Alma Ati nel 1977, ha ufficialmente riconosciuto l’ayurveda e ne ha raccomandato la sua pratica e la divulgazione.
La medicina ayurvedica è un complesso sistema medico che comprende aspetti di prevenzione e di cura finalizzati ad allungare e migliorare la vita dell’essere umano in armonia con la natura. “Conoscere la vita” (ayurveda) significa capire che l’uomo, costituito da corpo e mente, sensi e anima, essendo parte integrante della natura al pari di tutte le forme viventi, è sottoposto alle sue leggi anche per quanto concerne salute, malattia, guarigione e morte. Per la medicina ayurvedica, dunque, equilibrio tra uomo e ambiente significa salute, mentre squilibrio sta per malattia.Tutto nell’universo è energia e tutto è interconnesso afferma l’ayurveda.
L’energia vitale, per l’ayurveda, prende il nome di prana. Ogni entità fisica si caratterizza per un habitus, i tre elementi-forza,i tre dosha (una sorta di bioregolatori) che mantengono vivo e in funzione il corpo sono ‘pitta’, ‘kapha’ e ‘vata’. Vata regola la respirazione (aria e spazio), kapha mantiene la forza (terra e acqua) e pitta controlla il metabolismopitta (fuoco). In ciascun individuo, queste forze sono presenti in combinazioni sempre diverse. Se sono allineate tra loro, il nostro sistema è sano pertanto una corretta alimentazione, massaggi, yoga e meditazione migliorano le nostre capacità di auto guarigione. In base a ciò, si preparano i rimedi ayurvedici. Tra questi, preparati farmaceutici di origine animale e vegetale, provvedimenti dietetici e comportamentali, meditazione e yoga e massaggio ayurvedico.
Tracce di medicina ayurvedica e delle sue origini mitologiche, si trovano in testi indiani di più di cinquemila anni fa, ma le testimonianze si fanno più consistenti intorno al 1500 a.C. Attualmente, una grossa percentuali di indiani ricorre, o ricorre anche, a questa corrente medica che ha guadagnato non pochi adepti anche in altre parti dell’Asia, in Europa e negli Stati Uniti. La medicina ayurvedica è largamente utilizzata in India. Nel resto del Mondo, si nota un grande interesse per l’aspetto della cura del corpo tramite i principi ayurvedici. Attualmente, la medicina ayurvedica viene annoverata dall’Unione Europea e dalla maggior parte degli stati membri come una valida medicina non convenzionale, consentendone la pratica a medici qualificati. In Italia, non vi è nessuna ufficializzazione, tranne alcuni tentativi a carattere regionale (Piemonte). Per avvicinarsi alla teoria e alla pratica di tale corpus medico, vi sono numerosi corsi di formazione di medicina ayurvedica tenuti dalle varie scuole sul territorio.
I cinque principi di comportamento secondo la medicina ayurvedica riguardano l’astenersi dall’uccidere qualsiasi forma di vita animale, dal rubare, da comportamenti sessuali scorretti, dal mentire e infine dal consumare alcol.

I cinque elementi ayurvedici nell’uomo:

– Etere: negli spazi intercellulari, nelle cavità di viscere e ossa
– Aria: nell’apparato respiratorio e nelle viscere intestinali
– Fuoco: è il calore del corpo, il fuoco metabolico che tutto brucia
– Acqua: rappresenta la parte liquida che scorre e la componente fluida che lubrifica il nostro corpo
– Terra: è l’elemento che dà forma a ossa, muscoli, grasso e organi solidi

Pakriti
Prakriti è la costituzione ayurvedica di nascita di ogni individuo.
Esistono persone con prevalenza di elementi etere e aria, di costituzione ayurvedica Vata; altre con un forte fuoco, di costituzione ayurvedica Pitta; altre infine con molta acqua e terra, di costituzione ayurvedica Kapha.
Ogni persona nasce con una costituzione ayurvedica personale derivata dall’equilibrio dei dosha ayurvedici. La costituzione ayurvedica individuale o Prakriti caratterizza la forma e l’aspetto del corpo, l’insieme degli atteggiamenti, le attitudini psico-emotive, determina la tendenza alla salute e la predisposizione a certe malattie.
Questa costituzione ayurvedica di nascita si chiama prakriti ed è determinata dai seguenti fattori:

– Qualità fisiche dello spermatozoo e dell’ovocita al momento del concepimento
– Condizioni dell’utero materno nel quale il feto si sviluppa e cresce
– Stato di salute e stile di vita della madre durante la gravidanza
– Eventi o fattori di disturbo durante la gravidanza
– Periodo dell’anno e ambiente climatico di gravidanza e concepimento
– Prakriti, evoluzione della costituzione ayurvedica di nascita
– La costituzione ayurvedica originaria comporta una naturale predominanza di uno o due dosha ayurvedici

Poiché si tratta della condizione naturale con cui prendiamo forma in questa esistenza, l’Ayurveda raccomanda che sia mantenuta il più possibile in equilibrio, senza essere alterata durante tutto l’arco della vita; è come il nome e cognome di nascita, non si può cambiare.

I 3 Dosha
Nell’individuo sono presenti tre energie e normalmente una di esse prevale sulle altre. L’energia prevalente influisce di più sulla costituzione della persona. Ognuno dei tre Dosha – Vata, Pitta e Kapha – è composto da una combinazione di due dei seguenti elementi: aria, fuoco, acqua, terra e etere (lo spazio in cui è contenuta e può esistere la materia).
In particolare Vata è composto da etere e aria, Pitta è composto da fuoco e acqua e Kapha da acqua e terra. Le combinazioni di questi tre Dosha sono responsabili di tutte le attività che si svolgono dentro di noi.
I tre Dosha formano la nostra costituzione (prakrti). Normalmente in ogni persona ci sono due Dosha che si trovano più o meno allo stesso livello e un terzo Dosha che è predominante. In rari casi tutti e tre i Dosha si trovano allo stesso livello (in questo caso si parla di costituzione Tri-Dosha). Quando nasciamo, i tre Dosha si manifestano con un certo equilibrio e per stare bene dovremmo riuscire a mantenere proprio questo equilibrio originario durante la vita.
I nostri Dosha sono influenzati soprattutto dall’alimentazione, dallo stile di vita, dal nostro lavoro, dalle relazioni che stringiamo, dal luogo in cui viviamo e dallo scorrere del tempo. Ogni Dosha ha delle caratteristiche ben precise. Analizzandole e confrontandole con voi stessi dovreste riuscire a capire quale sia il vostro Dosha predominante.

Vata
1) Ama la musica ed lo stare sempre in movimento.
2) Corporatura sottile, longilinea, con tessuti muscolare poco consistenti.
3) La vostra pelle è secca, asciutta e sottile, colorito olivastro o scuro.
4) Avete i capelli fragili, sottili, secchi e opachi.
5) I vostri pensieri, parole e azioni sono rapidi e vivaci.
6) Lavora velocemente, cammina velocemente, apprende con facilità ma dimentica velocemente.
7) Di solito siete attratti dagli ambienti caldi.
8) Avete molta creatività e entusiasmo, fate amicizia facilmente.
9) Fate fatica a rilassarvi.
10) Tendete ad avere gola secca e labbra screpolate.
11) I vostri occhi sono piccoli ed incavati, sempre in movimento e di colore scuro.
12) Avete un naso molto piccolo o molto grande.
13) Vene e tendini sporgenti. Le articolazioni scricchiolano facilmente.
14) Irregolare nelle abitudini e nei comportamenti, dinamico, entusiasta, ma sempre indeciso.
15) Tende all’ansia e alle preoccupazioni, sonno leggero e disturbato,scarsa resistenza fisica.
16) Carattere nervoso ed irrequieto, silenzioso o al contrario prolisso, gesticola mentre parla.
17) Temperatura cutanea bassa ed estremità sempre fredde.
18) Mente vigile ed allerta, ma instabile. Cambia frequentemente opinione.
19) Appetito e digestione irregolari. Tendenza alla stitichezza.
20) Predilige cibi caldi e liquidi, dal sapore dolce, acido e salato.

Pitta
1) Avete un fisico normale, con tessuto muscolare ben rappresentato.
2) La pelle è luminosa, morbida e delicata che tende ad arrossarsi, colorito roseo, con nei e lentiggini.
3) I vostri capelli sono biondi, rossi o castano chiaro, radi e sottili.
4) Ha bisogno di poche ore di sonno per sentirsi riposato.
5) Avete molta autodisciplina e siete sempre organizzati.
6) Buon oratore, spesso pungente e tagliente nel giudicare e criticare gli altri.
7) Avete fiducia in voi stessi e spirito imprenditoriale.
8) Il caldo eccessivo vi infastidisce e siete attratti dagli ambienti freddi.
9) Tendete a mangiare molto e non amate saltare i pasti.
10) Vi capita di essere impazienti e irritabili. Tende alla collera.
11) I vostri occhi sono di grandezza media e hanno uno sguardo penetrante.
12) Il vostro naso è medio, né troppo piccolo né troppo grande.
13) Occhi brillanti ed intelligenti, di colore verde o arrossati.
14) Carattere forte e deciso, spesso egocentrico.
15) Evacua l’intestino una o più volte al giorno, con feci molli.
16) Temperatura cutanea alta. Soffre il clima caldo e traspira abbondantemente.
17) Appetito e digestione ottimi. Tendenzialmente goloso e buon mangiatore.
18) Predilige cibi e bevande fresche o fredde, di sapore dolce, amaro ed astringente.
19) L’intelletto e acuto e brillante. A doti di intuizione ed è abile nel prevedere le situazioni.
20) Ama circondarsi di oggetti belli e lussuosi. E’ preciso spesso fino alla pignoleria.

Kapha
1) Corporatura robusta con tendenza ad ingrassare. Tutti i tessuti sono ben rappresentati.
2) La vostra pelle è morbida e grassa, con un colorito chiaro, bianco latteo.
3) Avete capelli folti, spessi e lucenti, di frequenti neri.
4) Le vostre parole e le vostre azioni sono calme e stabili e difficilmente si altera.
5) Siete molto fedeli, calmi e dolci.
6) Di solito dormite a lungo e profondamente, ma vi sentite stanchi al risveglio.
7) Non amate gli ambienti umidi.
8) Tendete ad essere pigri e ad annoiarvi, lento nell’attività .
9) Amate le comodità e il buon cibo.
10) Vi piace il vostro lavoro, guadagnate bene e sapete gestire i vostri soldi.
11) Occhi grandi, chiari, dolci e luminosi.
12) Il vostro naso è armonioso, bilanciato con i tratti dolci del vostro viso.
13) Denti forti e bianchi. Sorriso luminoso.
14) Appetito moderato. Digerisce lentamente.
15) Predilige cibi caldi e secchi, dal sapore piccante, amaro ed astringente.
16) L’evacuazione è regolare. Le feci sono morbide e ben formate.
17) Resiste bene alla fatica fisica.
18) Lento nell’apprendere nuove cose, ritiene bene ciò che ha imparato.
19) Generoso e facile al perdono.
20) Ha un forte impulso sessuale ed ama procreare.

Nelle costituzioni miste (ad esempio: Vata-Pitta, Pitta-Kapha, Vata-Kapha o Sama-Dosha) si ha una mescolanza dei caratteri di questi tre tipi fondamentali.
Anche se ogni individuo può venire inquadrato nell’una o nell’altra categoria, è bene ricordare che esiste uno spettro molto vasto di sfumature e differenze che rendono ogni individuo assolutamente unico e diverso da ogni altro.
La determinazione della Costituzione individuale richiede notevole esperienza ed un occhio allenato per distinguere i più piccoli particolari fisici e le più lievi sfumature di carattere.

Benefici e Controindicazioni
La medicina ayurvedica si prefigge quattro scopi principali: prevenire le malattie, prendersi cura della salute, mantenere lo stato di salute e promuovere la longevità di un individuo. Il medico ayurvedico è in grado di valutare, attraverso la palpazione del polso, il disequilibrio negli stadi iniziali di un soggetto, prima ancora dei sintomi o della comparsa di un disturbo. Così è possibile intervenire preventivamente fornendo indicazioni specifiche sulle migliori abitudini di vita e alimentari, e sui rimedi atti a ristabilire l’equilibrio psicofisico necessario a mantenere lo stato di salute. La medicina ayurvedica dunque consente benefici relativi a rilassamento, miglioramento della qualità della vita, della respirazione, dell’alimentazione e della pace interiore. Vi sono anche delle controindicazioni, soprattutto relativa alla tecnica del massaggio ayurvedico, da non praticare in caso di febbre, problemi cardiaci e intestinali gravi, gravidanza, infiammazioni cutanee e muscolari e vene varicose.
Per ogni paziente la giusta cura della natura. I rimedi dell’ayurveda possono essere utilizzati facilmente sia da persone ammalate sia da soggetti interessati alla prevenzione e al mantenimento dello stato di salute.La medicina ayurvedica si rivela efficace per combattere e risolve disturbi comuni quali asma, mal di testa, ansia, insonnia, irritabilità, malattie della pelle come la psoriasi, disturbi gastrointestinali come coliti e intestino irritabile. Il massaggio ayurvedico inoltre rilassa e aiuta il corpo a ritrovare l’equilibrio energetico, sciogliendo blocchi e donando vigore. Vi sono anche terapie ayurvediche finalizzate alla lotta di problemi più seri, come ad esempio i tumori. Vi sono poi massaggi ayurvedici indicati per le varie fasi della donna, come il ciclo mestruale e la menopausa

Il più Vecchio Metodo di Auto Guarigione nel Mondo
Ecco le 6 tecniche di auto guarigione dall’ayurveda che richiedono non più di 10 minuti al giorno. Metterle in pratica con continuità e perseveranza doneranno una migliore salute fisica, mentale e spirituale. Secondo questo antico metodo di guarigione, al fine di mantenere ottimale la tua salute è necessario raggiungere una completa armonia tra corpo, anima e mente.

Al Mattino (6 minuti)
– Pulizia della lingua (30 secondi)

Dopo esserti lavato i denti, rimuovi ogni placca residua dalla lingua usando una spazzola, un pulitore della lingua o un coltello affilato. Fegato, cistifellea e reni sono gli organi che aiutano il nostro corpo a liberarsi di sostanze nocive. A causa di svariati processi metabolici, sedimenti e tossine vanno a raggrupparsi sulla lingua. Se non vengono rimossi nel tempo iniziano a bloccare il flusso di energia (QI) nel corpo.

– Usa l’olio di sesamo (2 minuti)

Dopo esserti lavato i denti e la lingua, sciacqua la bocca per due minuti con un cucchiaio di olio di sesamo, espelli e risciacqua con acqua calda.
L’Olio di sesamo impedisce la creazione di carie e la formazione di gengiviti, è ricco di acido linoleico e agisce contro funghi, batteri e virus.

– Auto-massaggio (3 minuti)

Per il massaggio hai bisogno di un paio di guanti di seta grezza o di una spazzola morbida.
Massaggia ogni parte del tuo corpo per 10-21 volte, con movimenti circolari in questo ordine:
collo
schiena (fino a che riesci)
spalle
mani e dita
parte superiore del torace (con movimento orizzontale)
stomaco (massaggiare da cima a fondo, e da sinistra a destra).
cosce (prima esterno e dall’alto verso il basso poi interno dal basso verso l’alto).
ginocchia (movimento circolare)
piedi (movimento circolare)

Il massaggio migliora la circolazione e restituisce energia. Ogni segmento della pelle è associato ad un organo interno e tutti loro lavorano molto meglio con l’aumento del flusso sanguigno grazie al massaggio.

Durante il Giorno (2 minuti):
– Bevi acqua calda (30 secondi)

Fai bollire mezzo litro di acqua per 10-15 minuti, versarlo in un thermos e bevine un bicchiere ogni mezz’ora per 3 volte.
Grazie alle sue caratteristiche energetiche speciali, l’acqua bollita stimola la digestione e aiuta a espellere le tossine dal corpo.

– Pratica la respirazione rilassante (2 minuti)

Fai un respiro profondo attraverso il naso, mantieni l’aria per alcuni secondi poi espira attraverso la bocca. Concentrati SOLO sul respiro, se la mente vaga riporta l’attenzione al respiro. La meditazione stimola il tuo cervello a produrre endorfine (ormoni della felicità), che ti rendono felice. Questo esercizio richiederà un po’ di pratica.

La sera (2 minuti):
– Stimola la digestione e migliora la qualità del sonno (2 minuti)

Scalda un po’ di olio di sesamo. Massaggia il tuo stomaco con poche gocce, poi utilizzando il palmo della mano continua a massaggiare lo stomaco con delicati movimenti circolari in senso orario. Immergi poi un asciugamano in acqua calda e tienilo sullo stomaco fino a quando diventa freddo.
Questo delicato massaggio aiuta la digestione, stimola la contrazione dell’intestino, risolvendo il problema dell’insonnia che si verifica a causa di una cattiva digestione.
Questo antico metodo di auto guarigione nonostante sia così semplice è davvero molto potente. Prova a metterlo in pratica .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...