Science of Karma

La Scienza del Karma: coltivare il cambiamento positivo e la stabilità emotiva dall’interno
La gravità ha una potente influenza non solo sulla materia inanimata, ma anche sui sistemi biologici. Le piante crescono di fronte alla gravità e gli animali mantengono l’equilibrio contro questa forza sempre presente. L’equilibrio contro la gravità è così importante, che l’andatura (il grado di movimento da lato a lato durante la deambulazione) è un indicatore affidabile del declino mentale negli anziani. Ma la gravità crea anche la pressione che rallenta l’orologio biologico: nello spazio il corpo invecchia molto più velocemente. Persino i batteri diventano più virulenti nello spazio libero.
Ma sorprendentemente i cambiamenti gravitazionali regolano persino il nostro umore. Le corse sulle montagne russe sono popolari perché manipolano la sensazione di gravità. Durante la corsa il senso del peso aumenta gradualmente, poi scompare improvvisamente, sostituito dalla sensazione di leggerezza. La gravità è simulata da un movimento verticale verso l’alto. Mentre la cavalcata raggiunge il suo punto più alto, la sensazione di gravità contratta cede il passo alla mancanza di gravità, al senso di espansione. Godendo questa transizione è presente nell’infanzia. I bambini di tutto il mondo godono di oscillazioni e dondolii in una culla, la sensazione di gravità contratta sostituita dal sentimento di assenza di gravità in espansione. Anche gli adulti godono di sedie a dondolo, cadute libere durante il paracadute e il bungee jumping.
L’interazione con il mondo esterno modula costantemente le connessioni neuronali (chiamate connectome). Di conseguenza, la mente è altamente simmetrica rispetto al mondo fisico. Quindi non dovrebbe sorprendere che la mente formi connessioni emozionali analoghe alla presa della gravità. Poiché la gravità costringe il corpo, influisce anche sul nostro senso del tempo spostando la gravità (emotiva) temporale e la sua mancanza, il tempo negativo. La gravità emotiva è un sentimento ristretto nella mente, mentre il tempo negativo è la sorpresa in espansione ed energizzante del nuovo, che è un bisogno così elementare per i sistemi viventi. Il tronco cerebrale è un sensore personale che reagisce ai cambiamenti della gravità temporale dell’ambiente regolando l’umore. Pertanto, l’atteggiamento dell’organismo è regolato dall’ambiente.
Sebbene i cambiamenti gravitazionali influenzino il corpo e le fluttuazioni del tempo influenzino la mente, entrambi generano un ottovolante emotivo. Nel corso della storia e in tutte le culture, le transizioni dalla gravità emotiva (tensione) al rilascio emotivo (sensazione di spaziosità) sono state riconosciute come piacevoli. Non è un caso che simuliamo questa transizione in così tanti modi. Anche piangere in difficoltà o dopo una tragedia è un processo del genere. In questo modo, l’ambiente regola intimamente il nostro umore giocando sul nostro senso di attaccamento, cioè la gravità temporale o emotiva. Le storie per bambini dai tempi antichi al presente descrivono questa transizione dalla tensione emotiva al rilascio. L’eroe soffre e, più grande è la sua sofferenza, più piacevole sarà la sua glorificazione in seguito. Avventura, horror e suspense funzionano secondo lo stesso principio. Soffriamo in ogni situazione avversa e tensione emotiva, e il profitto alla fine ci dà la liberazione emotiva. Questo è anche il segreto del successo dei canali di notizie ventiquattr’ore su ventiquattro.
Pertanto l’ambiente regola intimamente il nostro umore regolando la gravità emotiva. Il bambino avanza curiosamente in una nuova situazione con eccitazione (questo rappresenta l’energia del nuovo) o si ritira in preoccupazione o paura (che rappresenta la gravità temporale, il bisogno di sicurezza). Studi eleganti e geniali in psicologia dimostrano chiaramente l’effetto dell’ambiente sull’umore e sul comportamento. La mancanza di gravità temporale è formata da condizioni di bassa entropia (ordine, bellezza) e produce la sensazione di soddisfazione, felicità, benessere, rilassamento e l’eccitazione del nuovo. L’interesse e la posizione del corpo sono aperti, fidandosi. Il cane eccitato che odora è alla ricerca del nuovo. Le scimmie chiuse sono disposte a tirare una leva per dare una sbirciatina al mondo esterno: il nuovo.
Sebbene il nuovo sia un bisogno elementare, informazioni travolgenti e frenetiche come la luce tremolante, schemi fortemente delineati o rumori meccanici ripetuti portano alla gravità temporale, che provoca stress e aumenta le frequenze cerebrali. La tensione temporale della gravità emotiva costringe la mente, formando emozioni corrispondenti, come rabbia, negligenza, paura, paranoia, corsa, congelamento e aderenza al passato.
Anche la lingua descrive la paura e il senso di colpa come difficili e pesanti. Questa è la ragione per cui la meditazione è una pratica così potente per coloro che provano stress nella loro vita quotidiana, che include la maggior parte delle persone oggi. Se ti senti stressato, dovresti servirti un momento negativo di bellezza, gioia per rilassare la mente. Anche fare un respiro profondo dovrebbe espandere un’anima e una mente ristrette.
Karma, le conseguenze a lungo termine del comportamento
Secondo Einstein, la gravità è una curvatura spaziale positiva. Il cervello si evolve in interazione con il mondo fisico. Per questa ragione il mondo mentale forma una struttura energetica analoga e simmetrica ai sistemi materiali. Questa simmetria porta ad una comprensione intrinseca, che ci permette di muoverci senza cadere, o correre a prendere una palla che cade.
La mente forma relazioni analoghe alla gravità. In questo modo la società, come le diverse curvature di un pianeta o di una stella, è composta da diversi livelli di curvatura temporale, che corrisponde al senso del tempo alterato. All’interno degli strati interni, di maggiore curvatura, la mancanza di tempo corrisponde a una costante ricerca di sopravvivenza (stress), mentre gli strati esterni forniscono il supporto della ricchezza del tempo. Quindi, la gravità emotiva è un campo temporale di curvatura positiva (l’ego), perché l’esistenza sociale richiede una mente egoista.
Senza proteggere i nostri interessi dai bisogni reali o percepiti degli altri, dalla pressione degli annunci pubblicitari, ci troveremmo presto per la strada, implorando la sopravvivenza. Anche se, nelle società gerarchiche, la separazione rigida e invalicabile lungo le differenze di classe risparmia in gran parte una dalle conseguenze di azioni poco sagge. Inoltre rende quasi impossibile l’avanzamento di coloro che appartengono alle classi inferiori. In alcuni paesi come l’India, ancora oggi, i resti del sistema cast possono conservare artificialmente lo status sociale delle persone per tutta la vita. Tuttavia, le società democratiche moderne sono altamente dinamiche, il che consente e facilita persino la mobilità sociale: il movimento tra diversi livelli di curvatura di campo. Una maggiore curvatura temporale (mostrata verso il centro dei cerchi concentrici) viene percepita come carenza o stress temporaneo.

Gli strati di curvatura temporale della società
Il mondo materiale non può essere isolato dalla gravità e la gravità (così come la curvatura del campo) aumenta verso il centro di oggetti di grandi dimensioni, mentre le forze gravitazionali sono più piccole nell’ambiente di microgravità della stazione spaziale. Poiché la materia non può essere isolata dalla gravità, la mente non può essere isolata dagli effetti della gravità temporale. La conservazione del campo temporale porta ad effetti sul campo, chiamati karma, che si accumulano nel tempo. Non è possibile spostarsi in un’altra città per cancellare le cattive conseguenze dell’inganno o altre azioni egoistiche. Barare, la corruzione crea sfiducia e ansia nella mente e avvia azioni specifiche, che portano a conseguenze negative. A lungo termine, il campo di curvatura temporale positivo avvolge la mente limitando le possibilità disponibili, esacerba le nostre difficoltà e rendendo la vita più difficile. Pertanto una grande gravità emotiva causa insicurezza, che inibisce la mobilità sociale. Ad esempio, l’ansia (lo stato mentale di colpa e rimorso) predispone uno status sociale inferiore. Le reazioni emotive negative accumulano forza sul campo, manifestate come sfiducia, maggiore dipendenza da cose e persone. Questi effetti additivi raggiungono spesso il loro apice negli anziani, che sono spesso conservatori, meno fiduciosi e resistono al cambiamento.
Come creare una vita felice e di successo? Il primo passo è cercare di raggiungere la stabilità emotiva, perché solo una mente calma può prendere buone decisioni basate su una visione realistica, non parziale. Gli stati emotivi positivi sono i generatori di successo dell’universo mentale.
Il successo si nutre della fiducia del mondo, che è una decenza esibita anche quando nessuno guarda. Tuttavia, non importa quanta stabilità interiore otteniamo, dobbiamo impegnarci costantemente con i problemi affrontati dalla società, dal nostro ambiente sociale. Le persone che lavorano per il miglioramento degli altri e per se stessi mantengono una vita giovane, attiva e dinamica nella vecchiaia.

La scienza del karma
Il karma è un concetto che riconosce una relazione di causa ed effetto tra l’intento, i pensieri e le azioni di un individuo (causa) il futuro di quell’individuo (effetto). Fa parte delle principali credenze religiose e forma l’essenza dell’ipotesi del mondo giusto. Il buon intento e la buona azione contribuiscono al buon karma e alla felicità futura, mentre i cattivi propositi e le cattive azioni contribuiscono al cattivo karma e alla sofferenza futura.
Probabilmente non sorprende che il karma sia un principio scientificamente supportato. Ciò si verifica perché le azioni e anche i pensieri hanno sempre un effetto doppio. Fare del tuo meglio è una generosità di sforzi che tende a guadagnare il rispetto dei colleghi, dei clienti e della cerchia sociale degli amici. Ma altrettanto importante, diligenza e cura danno la sensazione di soddisfazione, soddisfazione che deriva da un lavoro ben fatto. Le persone che sono affidabili, i buoni lavoratori sono più fiduciosi non solo verso se stessi, ma anche verso le altre persone. Al contrario, il lavoro sciatto e distratto degrada la fiducia. Le persone dal lato ricevente vogliono naturalmente mantenere le distanze da coloro che non sono affidabili nella qualità del loro lavoro. Ma la mente del lavoratore incurante è infettata dalla sfiducia.
Quando il falegname esegue un lavoro inferiore, negligente, non vuole trasferirsi nella casa che ha costruito, il sarto non vuole indossare il vestito che ha cucito e il calzolaio non vorrebbe le scarpe che ha fatto. La sfiducia si diffonde nella mente e infetta ogni aspetto del giudizio. Il creatore del lavoro inferiore diffiderà tutti. Colui che imbroglia avrà paura di essere ingannato. Questo accade, perché la mente opera all’unisono, tutto è connesso a tutto il resto. La felicità fa sembrare tutto facile e spensierato; le cattive notizie, d’altra parte, oscurano ogni aspetto della mente con una sfumatura infelice. Per questa ragione, l’ansia, il rimpianto e la preoccupazione sono involontari. Ad esempio, gli individui con depressione potrebbero voler smettere di ruminare ma spesso non sono in grado di deviare dai loro schemi negativi. Inoltre, si può dimostrare che la difficoltà a controllare i pensieri è vera non solo nello stato di depressione, ma in qualsiasi altro stato emotivo altamente carico.
La meditazione è di solito un primo esempio per controllare i propri pensieri. Tuttavia, la meditazione si verifica sempre in uno stato mentale a riposo o vicino ad esso. Lo stato di riposo è uno stato mentale neutro, che è relativamente privo di emozioni, permettendo un considerevole controllo cosciente del pensiero. Questo può essere immaginato come una palla su una collina. Lo stato emotivo rappresenta un terreno inclinato, in cui il percorso della palla è deterministico. Su un terreno piatto (uno stato mentale privo di emozioni), manipolare il movimento della palla in entrambe le direzioni è facile e richiede poca energia. Una mente emotivamente carica (nello squilibrio energetico), non può essere facilmente controllata. Ad esempio, evento gioioso, pericolo o un’improvvisa significativa modifica personale esercita un controllo sostanziale sui propri pensieri, indipendentemente dallo sforzo personale. Tuttavia, incoraggiando gentilmente i tuoi pensieri verso la stabilità e l’accettazione attraverso la meditazione, la preghiera riduce lo stress, attenua la tristezza, l’ansia o altri disturbi.

Edward Morgan, 20 gennaio 2018.
Fonte: http://www.corespirit.com/science-karma-cultivating-success-emotional-stability-within/
Fonte:https://prepareforchange.net/2018/01/20/science-karma-cultivating-positive-change-emotional-stability-within/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...