Sei Accettato Incondizionatamente e Infinitamente Amato SEMPRE

Messaggio di Saul
Mentre il processo di risveglio dell’umanità continua e si intensifica, sempre più persone si trovano sommerse o travolte da cose emotive, cose che sono state così profondamente sepolte o negate così fortemente che semplicemente non sapevano che era lì ad aspettare riconoscimento e rilascio. Non sei le tue emozioni, non sei i tuoi sentimenti, li provi semplicemente. . . se permetterete che si manifestino. Non puoi rilasciarli se rifiuti di provarli, e soprattutto li tenga nascosti, sepolti o negati per paura che il dolore che causeranno sarà totalmente opprimente. Ebbene sì, il dolore può essere intenso, estremamente sgradevole, ma non ti sopraffà perché sei molto, molto più forte di qualsiasi emozione o sensazione che possa mai sorgere dentro di te.
Il fatto è ricordarti come si presentano che non sei tu. Quindi puoi ritirarti un po ‘e osservarli e, man mano che le esperienze fluiscono, non tentare di analizzarli o scoprire il luogo da cui provengono. Sono tutti ricordi di eventi vecchi, a volte estremamente vecchi che sono stati molto dolorosi nel momento in cui si sono verificati e quindi sono stati sepolti e negati in quel momento. Rimangono sepolti dentro di te finché non vengono riconosciuti e rilasciati e questo è ciò che sta accadendo ora. Può sembrare appropriato attribuirli o dare la colpa a loro su eventi accaduti in questa vita, ma indipendentemente dal fatto che siano o meno collegati ad eventi nella tua vita presente, o siano roba profondamente sepolta da molto tempo fa, provengono dal passato, e come tu sai, c’è veramente solo ora, e in questo momento non stai realmente soffrendo dolore ma stai soffermando sul dolore che non è più presente. Cercando di analizzarli, rimani nel dolore costruendo un ciclo di feedback che continua a presentarti con qualcosa che è finito e finito.
La via da seguire è perdonare se stessi per aggrapparsi al dolore e al risentimento e per perdonare chiunque ti abbia causato dolore. Quando veramente lasci andare e perdona, il risentimento e l’amarezza svaniranno e troverai la pace interiore, la pace che è sempre stata lì in attesa che tu togli i blocchi alla tua consapevolezza di ciò. Trattenendo il dolore ricordandolo porta la vecchia sofferenza nel momento in cui puoi riviverla, e non c’è alcun beneficio nel farlo, ti provoca solo un ulteriore ulteriore dolore e sofferenza.
La vita è un dono divino per il tuo coinvolgimento e godimento. Tuttavia, la vita umana, giocando ai giochi che sono parte integrante di quello stato, ti offre l’opportunità di scegliere che può causare sofferenza e gioia. Alcuni che hanno subito lesioni o malattie che minacciano la vita sono andati avanti nella gioia mentre hanno imparato ad affrontare questi problemi difficili, mentre altri, che a quanto pare hanno avuto vite molto più facili, scelgono di soffermarsi su ciò che li disturba della loro vita e poi sembrano “Godetevi” costante insoddisfazione o sofferenza.
Hai un detto “la vita è ciò che ne fai” e questo è assolutamente vero. La gioia risiede in te, non è vissuta come risultato di eventi esterni, oggetti o situazioni, anche se naturalmente quelli possono intensificare temporaneamente un’esperienza. Fai una scelta in ogni momento su come risponderesti alla vita – coinvolgendo con entusiasmo, coinvolgendo, impegnando la rassegnazione o rifiutando di impegnarti – e le tue esperienze corrisponderanno a quelle scelte, portandoti gioia o soddisfazione, o delusione e dolore.
Nessuna vita umana può essere interamente gioiosa perché la condizione umana in sé e per sé è esigente in quanto vi sono conseguenze che si verificano a causa delle scelte che fai momento per momento. Man mano che cresci dall’infanzia all’età adulta impari molte lezioni e cresce anche la tua competenza nel fare scelte appropriate. Tuttavia, molto spesso fai delle scelte che sono guidate emotivamente in una reazione immediata a situazioni o eventi che si presentano. Quando si guida un’auto nel traffico intenso o si svolgono altre attività di movimento rapido, ciò non è solo appropriato, ma necessario. E, naturalmente, a volte in quei tipi di situazioni la scelta sbagliata viene fatta inavvertitamente. Perdona voi stessi per questi errori e andate avanti, così come le vostre vite.
Imposta l’intento quotidiano non solo di amare qualsiasi cosa sorga, ma anche di essere pienamente consapevole in ogni momento in modo che non sia richiesta una reazione istantanea e che possano essere presentate risposte amorevoli per affrontare qualsiasi problema si presenti. Quando vivi in ​​quel modo la vita scorre molto più agevolmente e il bisogno emotivo di avere il controllo, o la sensazione di aver perso il controllo a causa di un senso di sopraffazione si verifica molto meno frequentemente. Quando scegli di vivere in consapevolezza amorevole, la necessità di affrettarsi o precipitarsi diventa meno intensa e ti trovi a raggiungere ciò che hai pianificato con maggiore facilità, efficienza e soddisfazione.
La vita nel mondo di oggi sembra non solo essere molto veloce, ma anche accelerare in modo che ci sia poco tempo o spazio per soddisfare e onorare i tuoi bisogni personali essenziali. Tuttavia, puoi rendere lo spazio disponibile durante i tuoi giorni molto impegnativi per entrare e rilassarti nella pace amorevole che è il tuo stato naturale. Quello stato è quello che sei, e il fatto di riposare in esso anche solo per un breve istante – ad esempio mentre aspetti che i semafori cambino, o tra le fermate della metropolitana – ti rinnova e ti rivitalizza. E, naturalmente, le visite mattutine o serali a quel santuario interiore dove l’Amore risiede in modo permanente ti permettono davvero di rafforzare la tua decisione e l’intenzione di amare qualunque cosa si presenti.
Quando ti prendi una pausa per quelle visite, sappi che sei pienamente supportato dalla tua squadra nei reami spirituali e invitalo a condividere quello spazio con te, come faranno volentieri. Sentirai la loro presenza amorevole se ti rilassi e permetti, non è richiesto alcun tipo di sforzo da parte tua. Intendi solo cessare di impegnarti con il flusso infinito di pensieri in corso mentre ti stabilisci in quel santissimo santuario interiore, e perdonati senza giudizio quando vieni coinvolto in essi. Ricorda, indipendentemente da ciò che sta accadendo nelle tue vite, sei sempre incondizionatamente accettato e infinitamente amato, perché l’Amore di Dio per te è costante e immutabile.
Con così tanto amore,
Saul

Saul canalizzato da John Smallman, 15 marzo 2018.
Traduzione Per Staffan, 16 marzo 2018.
Fonte : http://sananda.website/saul-via-john-smallman-march-15th-2018/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...