Cielo e Terra Appartengono l’Un l’Altra

Caro popolo, sono la voce della Terra.
Vi saluto tutti in questo luogo di connessione e semplicità. Unitevi con me: il terreno sotto i vostri piedi, gli alberi e l’erba, le rocce e tutta la natura intorno a voi. È intorno a voi come un’energia che assorbite e che nutre le vostre cellule. È un luogo in cui è si ottiene l’energia terrestre originale; dove c’è posto per me. Ci sono molte energie nella società umana che sono in contrasto con l’energia originale della Terra. Quelli che si scontrano derivano dai processi di pensiero e dai tentativi di domare la vita sulla Terra. Quelle energie mentali sono diventate così comuni per tutti voi che è diventato quasi una seconda natura. Solo come un bambino piccolo avete avuto quella connessione diretta con ciò che era più naturale.

Vi chiedo ora di ricordare a voi stessi quella diretta, naturale connessione con il vostro corpo, e non con la vostra testa. Scendete con la vostra attenzione nel profondo del vostro corpo, lontano dalla vostra testa, e scendete nel vostro cuore e nell’addome. Immaginate la vostra attenzione come una soffice piuma bianca che tocca lentamente tutte le parti del vostro corpo: il vostro cuore, le vostre braccia e le vostre mani, il vostro addome, le vostre gambe e i vostri piedi. Conservato nel tuo corpo c’ è un ricordo di semplicità e purezza. Il corpo ricorda; conserva vecchie ferite e traumi nella memoria delle sue cellule, ma conserva anche il ricordo primordiale di integrità, spontaneità e naturalezza.

Vi chiedo di connettervi ora con questa memoria primordiale. Vedete un bambino davanti a voi, il bambino che eravate una volta, o anche solo l’aspetto di un bambino che è felice e spensierato e in armonia con la natura. Quando vi sentite felici e spensierati, non state valutando costantemente se quello che fate e quello che sentite sia buono, o quali saranno gli effetti finali, o cosa potrebbe accadere o potrebbe andare storto. Il potere mentale in voi interferisce costantemente e vincola la spontaneità che anche è lì e che vuole uscire dalla fonte primordiale alla vostra anima incarnata. C’è un flusso spontaneo in ciascuno di voi. Il vostro corpo trasporta quel flusso in ogni cellula e contiene la mia energia che è l’energia della natura. L’energia della vostra anima e quella della natura si uniscono nelle cellule del vostro corpo. Ma sono coperte da strati di modi di pensare appresi, alimentati dalla paura.

Immaginate che le cellule del vostro corpo fossero originariamente piene di luce creativa connessa sia alla Terra che alla vostra anima. Le due energie di Cielo e Terra non hanno difficoltà a trovarsi l’un l’altra; sono attratte l’un l’altra e si appartengono. Sono gli umani che hanno creato una spaccatura artificiale lì. Queste due energie potrebbero sembrare più alte e più basse, ma nella vostra natura originale la separazione non esiste. Ballano insieme, l’energia della vostra anima e l’energia della Terra. Provate a sentirvi unirti ancora una volta nel vostro corpo. Sentite la fluidità della luce che è viva in tutte le vostre cellule ed è piena di informazioni ,da un’energia che può aiutarvi a trovare la vostra strada.

Il bambino, che vi ho appena chiesto di richiamare nella vostra immaginazione, è il Messaggero delle energie unite della luce del Cielo e di quella della Terra. Ora chiedete a questo bambino se ha un messaggio per voi. Lasciate che il messaggio vi arrivi nel modo adatto al bambino. Il messaggio non deve essere in parole. Non è un’energia mentale che il bambino in voi vuole inviare. L’energia del bambino è molto viva e vi dice dove siete stati intrappolati in vecchie abitudini e pensieri. Lasciate che questo bambino con la sua energia entri nel posto nel vostro corpo che ha più bisogno di quell’energia, il punto in cui la vostra energia è bloccata dall’essere temporaneamente sopraffatta dalla paura. La paura fa sì che i processi mentali prendano il sopravvento, che poi cercheranno di gestire e controllare i meccanismi della vita per proteggervi e sopravvivere.

Questa reazione, tuttavia, non nutre mai il bambino interiore; non nutre il flusso della vita che essenzialmente siete. Porta a disagi nel vostro corpo fisico o al malcontento e al dolore nel vostro corpo emotivo.

Riconoscete il velo che avete messo su di voi: il velo della paura, il pensiero eccessivo, la sfiducia, forse una mancanza di fede. Vedete se riuscite ad osservare quel velo nel vostro corpo: qualsiasi punto grigio o scuro che trattiene la vostra energia in modo che non possa fluire liberamente. Guardate quel posto oscuro e diventate consapevoli di chi siete veramente. Voi non siete il vostro bambino interiore, sebbene il vostro bambino interiore viva dentro di voi. Voi siete la consapevolezza che supporta il bambino e che fa delle scelte, mentre il bambino dentro di voi è la parte sentimentale. È quella parte della vostra vita che scorre e desidera l’auto realizzazione e che ha bisogno di voi – il vostro io, il creatore dentro di voi, la coscienza dentro di voi – perché possa davvero arrivare alla piena espressione.

Il bambino in voi è come un fiore delicato e bello che ha bisogno che voi lo custodiate e ne prendiate cura; ha bisogno che voi capiate che voi siete il fornitore delle cure e il custode del vostro bambino interiore. La vita vi dà questo bambino – la vostra spontaneità, i vostri desideri, la vostra creatività – e voi siete il creatore che ha una scelta. Potete lasciare che il vostro bambino interiore resti velato e oppresso dalle paure della società che vi travolge da quando siete nati. Ma avete anche il potere di sfondare quelle paure e il pensiero eccessivo. Afferrate il vostro profondo potere di consapevolezza. La coscienza non riguarda il pensiero, ma è la volontà di essere presenti completamente e di non distogliere lo sguardo dal dolore, allontanarsi dal bambino interiore e vedere sia i doni che il dolore che sono nel bambino.

Vi chiedo di vedere chiaramente vostro figlio, e far in parte dissolve il velo che vi circonda. Vedere questo bambino lo ravviva e lo sveglia; allora il bambino sente che gli è permesso di essere. Sentite molto chiaramente il messaggio di questo bambino e senti il vostro potere protettivo. Siete in grado di distinguere tra paura e amore, tra la repressione soffocante e la vera libertà e spontaneità. Consentite nella vostra stessa infanzia, nella vostra spontaneità e innocenza e in tutto ciò che ne deriva. Ma fare questo può richiamare l’ansia in voi, perché non avete ancora imparato a fidarvi di questo processo. Vi è stato detto che dovete guardare al futuro, che dovete anticiparvi ciò che può andare storto, che non potete semplicemente andare avanti ed essere voi stessi, che ci sono pericoli che minacciano.

Tuttavia, c’è un pericolo maggiore in questo modo di pensare. Sopprime la vostra creatività originale e vi fa paura per voi stessi causando una divisione in voi stessi, che è il più grande pericolo per le persone, perché quella divisione può causare comportamenti distruttivi. Crea un vero caos perché non c’è più unità nelle persone, non c’è un centro. Il pensiero non può mai aiutarvi ad essere centrato. Il vostro vero centro è nell’addome in cui siete collegati con me, alla Terra. Sentite l’energia della Terra che scorre lì. Lasciatevi andare e osate fidarvi. La vita è bella e vuole portarvi a casa da solo – fidatevi della vita.

Grazie mille per la vostra presenza e la vostra attenzione.

Madre Terra canalizzata da Pamela Kribbe, 2 aprile 2018.
Traduzione di Maria Baes e Frank Tehan.
Fonte Originale : http://www.jeshua.net
(traduzione Ben Boux http://www.lanuovaumanita.net)
Fonte: https://www.lanuovaumanità.net/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...