Stop Eating Meat

Piccola Premessa
Sono vegetariana solo dallo scorso anno, ed è stata proprio questa foto a fungere da trigger affinchè io smettessi definitivamente di mangiare carne.
Ho visto il musetto di questo vitellino e mi sono chiesta : “MA PERCHE”?
“MA PERCHE’ SI DEVONO UCCIDERE, POSSO ANCHE FARNE A MENO…..” E dopo aver pianto, un brutto piangere di pentimento anche perchè il mio consumare carne andava ad alimentare quel mercato di sofferenza animale, ma che diritto ho io di contribuire alla sofferenza di queste povere creature?? Io AMO tanto gli animali, e poi mi vado a nutrire di corpi morti di Altri Animali??
Anche NO! E HO SCELTO, di diventare vegetariana, la strada è quella verso il Veganesimo, a piccoli passi ci arriverò, ad oggi sono ben felice di non consumare più carne, ma anche il pesce.
Lasciamo gli Animali vivere in pace coabitando tutti su questo grande e magnifico pianeta chiamato Gaia.Namastè


9 cose che accadono quando smetti di mangiare carne

Questo articolo è stato ispirato dall’articolo di Michelle McMacken “7 cose che accadono quando si smette di mangiare carne.” Un MD, medico di medicina interna con certificazione di bordo e un assistente professore di medicina presso la NYU School of Medicine, dice “la proteina trovata in gli alimenti vegetali interi ci proteggono da molte malattie croniche. “Abbiamo ampliato le informazioni che fornisce in questo articolo e offriamo una visione diversa su alcuni punti.
È ben noto nella letteratura scientifica che una dieta priva di carne, se fatta correttamente, offre enormi benefici per la salute. L’idea che la carne sia necessaria per la salute umana è un mito che continua a pervadere la cultura popolare, ma la percezione pubblica sta lentamente cambiando, e una nuova ricerca mostra che anche i nostri antenati non mangiavano carne esclusivamente (o addirittura in modo predominante). Anche se non intendiamo dire che mangiare carne non sia salutare, desideriamo richiamare l’attenzione sul crescente corpo di ricerca che chiarisce che le diete vegane e vegetariane sono ottimali per una buona salute.
Katherine Milton, un’antropologa dell’Università della California, Berkeley, spiega perché l’argomento “paleo” è errato nella seguente affermazione:
“È difficile commentare “la dieta migliore” per gli esseri umani moderni perché ci sono state e sono tante diete diverse ma di successo nella nostra specie. . . . Poiché alcune società di cacciatori-raccoglitori hanno ottenuto la maggior parte della loro energia alimentare da grassi e proteine animali selvatici non implica che questa sia la dieta ideale per gli esseri umani moderni, né implica che gli esseri umani moderni abbiano adattamenti genetici a tali diete.”
Per saperne di più sulla confusione della dieta paleo e vedere esempi e studi, puoi fare riferimento a questo articolo che abbiamo pubblicato nel 2015.
Secondo la Harvard Medical School, “gli studi confermano i benefici per la salute del mangiare senza carne. Oggigiorno, il consumo vegetale è riconosciuto non solo dal punto di vista nutrizionale ma anche come mezzo per ridurre il rischio di molte malattie croniche “.
Anche l’American Dietetic Association ha valutato con un position paper, concludendo che “le diete vegetariane appropriatamente pianificate, incluse le diete vegetariane o vegetariane, sono salutari, nutrizionalmente adeguate e possono fornire benefici per la salute nella prevenzione e nel trattamento di alcune malattie”.
Queste malattie includono malattie cardiache, cancro, diabete e altro ancora.
Vuoi provare a ridurre la carne? Prova queste ricette o questo libro di cucina.
Detto questo, diamo un’occhiata a cosa può accadere quando smetti di mangiare carne.

1 – Aiuterà a proteggere l’ambiente

Mangiare carne non è come prima. Oggi alleviamo e uccidiamo miliardi di animali ogni anno per soddisfare la nostra crescente domanda di carne, una richiesta che supera di gran lunga il nostro bisogno. Quel che è peggio, questi animali che alleviamo per essere massacrati sono confinati, torturati e sottoposti a ogni sorta di terrificante trattamento lungo la strada. La crudeltà da sola è sufficiente per scoraggiare qualcuno dal mangiare carne, o almeno incoraggiarli a ridurre il loro consumo. Sebbene questo articolo riguardi principalmente la salute, questo problema etico non può essere ignorato. Mentre macelliamo questi animali, creiamo anche scompiglio nell’ambiente, come illustrato nel seguente video. Chiamati “mangimi”, anche se ufficialmente indicati come “Concentrated Animal Feeding Operations” (CAFO) e più comunemente conosciuti come “factory farm”, ospitano migliaia di animali in condizioni orrende che allevano malattie e causano un enorme degrado ambientale. Nonostante questo, rimangono un non-problema per diverse importanti organizzazioni il cui compito è quello di sensibilizzare sulle varie questioni che contribuiscono alla distruzione del nostro pianeta.
Secondo FarmForward, un gruppo di avvocatura senza fini di lucro, il 99% degli animali allevati negli Stati Uniti è allevato su feedlots. Stiamo parlando di miliardi di animali allevati per il macello ogni anno, e solo negli Stati Uniti. A livello globale, oltre 70 miliardi di questi animali vengono allevati per la macellazione ogni anno.
Sapevi che la causa principale della distruzione della foresta pluviale è la nostra riserva di cibo? Li demoliamo per fare spazio a colture alimentari e pascoli di bestiame, e lo facciamo a un ritmo approssimativo di un intero campo di calcio in ogni singolo secondo. Ogni giorno, a causa di questa pratica, si perdono quasi 100 specie di piante / animali / insetti. Puoi leggere di più su questo qui.
Lo spreco di acqua è un altro grosso problema qui. Circa 2.000 litri di acqua sono necessari per produrre solo un chilo di carne di manzo negli Stati Uniti. L’approvvigionamento di pesce nei nostri oceani si sta rapidamente esaurendo; secondo alcune stime, gli oceani potrebbero essere senza pesce entro il 2048. L’attuale sistema alimentare, basato sulla produzione di carne e latticini, contribuisce anche alla fame nel mondo, poiché molte colture coltivate in tutto il mondo vanno verso l’alimentazione del bestiame, non l’alimentazione delle persone.

2 – Ridurrai notevolmente le tue possibilità di sviluppare diabete di tipo 2
Solo in America, circa il 40% della popolazione è pre-diabetica. Questo si traduce in milioni di persone. Diversi studi hanno dimostrato che le carni rosse e lavorate (anche recentemente collegate al cancro dall’OMS), così come le proteine animali in generale, aumentano il rischio di diabete di tipo 2. Nelle popolazioni onnivori, il rischio di diabete è raddoppiato rispetto ai vegani. Un altro studio ha rilevato che mangiare carne una volta alla settimana o più in un periodo di 17 anni ha aumentato il rischio di diabete di un sorprendente 74%. È stato condotto uno studio di follow-up e rilevato che l’aumento dell’assunzione di carne rossa di oltre la metà di una porzione al giorno era strettamente associato a un aumento quasi del 50% del rischio di contrarre il diabete per quattro anni.

3 – Otterrai il giusto tipo e la giusta quantità di proteine
Mentre il sottoconsumo di proteine è dannoso per l’organismo, anche il consumo eccessivo comporta dei rischi. Negli Stati Uniti, l’onnivoro medio ottiene più di 1,5 volte la quantità ottimale di proteine e la maggior parte di tale proteina proviene da fonti animali. Questa è una brutta notizia, perché l’eccesso di proteine viene spesso immagazzinato come grasso. Questa proteina animale immagazzinata contribuisce ad aumentare di peso, malattie cardiache, diabete, infiammazione e cancro.
D’altra parte, la proteina contenuta negli alimenti vegetali interi è collegata alla prevenzione delle malattie. Secondo Michelle McMacken:
La proteina presente negli alimenti vegetali integri ci protegge da molte malattie croniche. Non è necessario monitorare l’assunzione di proteine o utilizzare integratori proteici con diete a base vegetale; se soddisfi le tue esigenze caloriche giornaliere, otterrai un sacco di proteine. Le persone più longeve sulla Terra, quelle che vivono nelle “Zone Blu”, ricevono circa il 10% delle loro calorie da proteine, rispetto alla media degli Stati Uniti del 15-20%.
Diversi studi hanno dimostrato la differenza tra proteine animali e proteine vegetali. Un altro grande esempio viene da Colin Campbell, professore emerito di biochimica nutrizionale presso la Cornell University, i cui esperimenti sui ratti da laboratorio hanno dimostrato che la crescita delle cellule tumorali può essere attivata o disattivata semplicemente variando la quantità di proteine animali incluse nella loro dieta. Questa è stata una scoperta enorme, con implicazioni per le diete di milioni di persone, ei suoi risultati, da quello che è noto come “Studio Cina”, si sono dimostrati replicabili. Di seguito è riportato un video di lui che discute i suoi esperimenti.

4 – Vivrai uno stile di vita più compassionevole
Come accennato in precedenza, ogni anno negli Stati Uniti vengono allevati miliardi di animali da macello ogni anno. Gli animali sono esseri senzienti che soffrono e provano una vasta gamma di emozioni. Soffrono persino nelle fattorie che attualmente etichettiamo come “umane”. Rinunciando, o addirittura riducendo la carne, stai aiutando a fermare gli animali dal sopportare esperienze orribili. Se mangi carne, forse potresti fare scelte migliori o consumare animali che sono morti per cause naturali alla fine della loro vita. Una cosa è certa: mangiare carne in modo etico richiede uno sforzo e una cura seri. Come consumatori, siamo diventati così compiacenti e pigri e l’industria alimentare vuole tenerci in questo modo.

5 – Ridurrai l’infiammazione nel tuo corpo
Molte persone mangiano alimenti trasformati regolarmente nonostante siano noti per causare il cancro. Mangiare carne aumenta in modo specifico le tue possibilità di avere livelli elevati di infiammazione nel tuo corpo, il che può portare a una serie di conseguenze sulla salute a breve ea lungo termine.
L’infiammazione cronica è stata collegata ad aterosclerosi, infarti, ictus, diabete e malattie autoimmuni, tra gli altri problemi.
Le diete a base vegetale, d’altra parte, sono naturalmente antinfiammatorie. Questo perché offrono inneschi infiammatori più bassi (rispetto ai grassi saturi, alle endotossine e ad altre tossine rilasciate dai batteri presenti negli alimenti animali). Numerosi studi hanno dimostrato che coloro che passano a una dieta a base di piante possono ridurre drasticamente il loro livello di proteina C-reattiva (CRP), un indicatore di infiammazione nel corpo.

6 – Abbassi il colesterolo nel sangue
Un altro grande fattore di rischio per problemi cardiaci è l’alto colesterolo nel sangue. Il grasso saturo, che si trova principalmente nella carne, nel formaggio, nel pollame e in vari altri prodotti animali, influenza in modo drammatico i nostri livelli di colesterolo nel sangue.
Tuttavia, quando le persone passano a diete a base vegetale, il loro colesterolo nel sangue diminuisce in modo significativo, come hanno dimostrato diversi studi. Ancora più sorprendente, questa diminuzione corrisponde a ciò che si vede con le droghe farmaceutiche – ma questo è un business non preoccupato per la guarigione, dal momento che se una sostanza naturale mostra un enorme potenziale di guarigione ma non può essere brevettata, non sarà perseguita.
È un dato di fatto che chi ha bisogno di farmaci cardiovascolari può ridurre i rischi adottando una dieta a base vegetale.
“Diete integrali a base vegetale riducono il colesterolo nel sangue perché tendono a essere molto povere di grassi saturi e contengono zero colesterolo. Inoltre, le diete a base vegetale sono ad alto contenuto di fibre, che riduce ulteriormente i livelli di colesterolo nel sangue. La soia ha anche dimostrato di avere un ruolo nell’abbassare il colesterolo, per coloro che scelgono di includerlo. ”
– Michelle McMacken, MD

7 – Darai alla tua pancia una trasformazione
La salute dell’intestino è estremamente importante per la tua salute generale. In realtà, potrebbe essere il più importante, poiché tutta la salute inizia nel tuo intestino. Se hai un intestino malsano, avrai un corpo malsano con una varietà di potenziali problemi.
Un aspetto dell’intestino è il cosiddetto “microbioma”, composto dalle migliaia di miliardi di microrganismi che vivono all’interno del nostro corpo. Vitale per la nostra salute generale, il microbioma produce nutrienti critici, mantiene sani i nostri tessuti intestinali, ci protegge dal cancro, attiva e disattiva i geni e altro ancora. Gli studi hanno anche dimostrato che giocano un ruolo importante in varie altre malattie, dalle malattie del fegato e dell’intestino al diabete e diverse malattie autoimmuni.
Dove arrivano gli alimenti vegetali? Bene, gli studi hanno confermato che i cibi vegetali aiutano a formare un microbioma intestinale sano. Questo è solo un altro motivo (tra tanti) per cui gli scienziati e gli operatori sanitari stanno diventando grandi sostenitori delle diete a base vegetale. La fibra trovata negli alimenti vegetali aiuta a promuovere i batteri buoni che sono necessari nelle nostre viscere. Dairy, uova e carne, d’altra parte, aiutano a favorire la crescita di batteri che causano malattie.
“Studi di punti di riferimento hanno dimostrato che quando gli onnivori mangiano colina o carnitina (trovati in carne, pollame, frutti di mare, uova e latticini), i batteri intestinali trasformano una sostanza che viene convertita dal nostro fegato in un prodotto tossico chiamato TMAO. TMAO porta a peggioramento delle placche di colesterolo nei nostri vasi sanguigni e aumenta il rischio di infarto e ictus.
È interessante notare che le persone che mangiano diete a base vegetale fanno poca o nessuna TMAO dopo un pasto contenente carne, perché hanno un microbioma intestinale completamente diverso. Ci vogliono solo pochi giorni per cambiare i nostri schemi batterici intestinali – i benefici di una dieta a base vegetale iniziano rapidamente! ”
– Michelle McMacken, MD

8 – Vivrai più a lungo
Valter Longo, professore di gerontologia e scienze biologiche presso la USC, ha scoperto che attraverso il digiuno (se fatto correttamente), il corpo produce meno 1GF1 (fattore dell’ormone della crescita) e, di conseguenza, le cellule iniziano a riparare se stesse invece di dividersi. La sua ricerca ha dimostrato che il digiuno in realtà rigenera le cellule staminali, uccide le cellule tumorali e prolunga la vita. Il digiuno porta anche a una riduzione dell’insulina e del glucosio e ad un aumento dei corpi chetonici e dell’IGFBP1.
L’anno scorso, un comunicato stampa della USC ha evidenziato come il digiuno, in combinazione con la chemioterapia, abbia già dimostrato di uccidere le cellule tumorali. Hanno anche presentato due nuovi studi su topi che suggeriscono che una classe di farmaci meno tossici combinata con il digiuno potrebbe uccidere le cellule del seno, del colon-retto e del polmone.
Mark Mattson, l’attuale capo del Laboratorio di Neuroscienze presso il National Institute on Aging e uno dei principali ricercatori nell’area dei meccanismi cellulari e molecolari alla base di molteplici disturbi neurodegenerativi, lo rende piuttosto chiaro nel suo discorso TEDx sull’argomento. Dice: “La restrizione calorica (CR) estende la durata della vita e ritarda le malattie croniche legate all’età in una varietà di specie, inclusi ratti, topi, pesci, mosche, vermi e lievito. Il meccanismo oi meccanismi attraverso i quali ciò si verifica non sono chiari “.
La principale relazione con le diete vegetali è che per mantenere i benefici del digiuno, deve essere fatto regolarmente – forse uno o due al mese – bisogna impegnarsi in quello che è noto come “digiuno intermittente”. E una pianta prevalentemente la dieta basata è raccomandata per complimentare tale digiuno. Secondo Longo, “una dieta a base vegetale è di gran lunga la migliore per la longevità e la prevenzione delle malattie”.
Dr. Longo è un ottimo punto di partenza se sei interessato al digiuno. Il digiuno può avere una vasta gamma di benefici per la salute, ma può anche essere dannoso per qualcuno che non ha idea di cosa stia facendo, quindi per favore fai le tue ricerche se questo è qualcosa che stai considerando.
Di seguito un video clip del Dr. Ellsworth Wareham, un cardiochirurgo di 100 anni recentemente in pensione che è stato un vegano per metà della sua vita. Condivide perché ha fatto questa scelta.

9 – Cambierete il funzionamento dei vostri geni
Non molto tempo fa, gli scienziati hanno capito che i fattori ambientali possono attivare e disattivare i geni. Gli studi hanno dimostrato che una dieta a base vegetale può ridurre l’espressione dei geni del cancro negli uomini con carcinoma prostatico a basso rischio. Le diete a base vegetale sono anche note per allungare i nostri telomeri, che sono tappi all’estremità dei cromosomi del DNA che ci aiutano a mantenere sano il nostro DNA. Ciò suggerisce che in realtà inveccheremo più lentamente, riducendo così le nostre possibilità di contrarre una malattia correlata all’età.

Fonte : https://prepareforchange.net

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...