L’ Impero di Orione – 1 parte

1 – Chi è l’amico e chi è il nemico?
Come ho detto prima, l’Universo brulica di vita – assolutamente brulicante!
Ci sono così tante diverse razze stellari che anche se tutta l’umanità si riunisse e provasse a ricercarle tutte, tra cento anni saremo in grado di catalogarne solo pochissimi, rispetto a quanti ce ne sono. Tuttavia, ciò che è importante per noi umani è che le razze stellari, direttamente o indirettamente, interferiscono con l’evoluzione umana, in che modo lo fanno e con chi sono in alleanza. In questi articoli, terremo solo alcune di queste razze che interagiscono con noi o ci osservano a distanza senza interferire.
La ragione per cui mi sto concentrando sugli ariani (da Orione) e sui siriani in particolare è perché questi due gruppi stellari hanno, e ho avuto, una maggiore influenza sulla nostra evoluzione di chiunque altro, oserei dire.
E non solo quello; quando le persone cercano di catalogare diverse specie ET, la maggior parte non capisce che ciò che pensiamo siano razze diverse spesso sono la stessa cosa ma sotto un’altra apparenza. Ricorda che ho scritto su come le specie per lo più non entrano nel fisico, ma nei nano-viaggi senza corpi o astronavi.
Le astronavi non sono davvero necessarie per viaggiare nell’Universo, eccetto che per gli esseri che non si sono evoluti abbastanza da mettere la tecnologia da parte e viaggiare nello spirito.
Quando fanno il secondo, possono usare il loro avatar per farsi beffe di qualsiasi tipo di essere che gli piace; umani, grigi, rettiliani, falene giganti, draghi alati – come tu lo chiami. Questi invasori fanno tutto il possibile per confonderci e manipolarci.
Detto ciò, vorrei iniziare a parlare ancora degli Ariani e dell’Impero di Orione.
Il documento dopo questo esporrà i Signori Siriani – i cosiddetti Ša.AM.i – per quello che sono veramente, anche se mi piace credere (e ci sono prove per questo) che ci possa essere una fazione di loro che si è evoluta a stadi di coscienza superiore e sono effettivamente disposti ad aiutarci ad aiutare noi stessi.
“Aiutare noi stessi” è la frase chiave, perché se una gara di stelle dice che stanno venendo qui per “salvarci”, correrei dall’altra parte!
Sono giunto a questa forte convinzione che siamo noi i nostri unici salvatori. Le razze stellari che seguono le leggi universali possono aiutarci dandoci gli strumenti per migliorare se stessi (alcune informazioni canalizzate vanno sotto questa categoria), ma se alcuni dicono che stanno venendo qui in astronavi per salvarci o portarci a bordo per trasportarci a qualche altra dimensione, non ci crederei.
Hanno una loro agenda e hanno solo bisogno del nostro permesso per venire a prenderti e fare qualsiasi cosa vogliano fare con te, o venire qui per governarti “per mille anni” – qualunque sia l’accordo. La “rivelazione” che tutti sembrano aspettarsi, guardando costantemente nei cieli, non sarà in forma di sbarco di massa di benevoli maestri ascesi o di altri esseri “evoluti”.
Il contatto sarà piuttosto a livello personale; esseri stellari o razze stellari che fanno una connessione con individui o gruppi che stanno lavorando per scoppiare dall’intrappolamento; in altre parole, coloro che sono pronti per un incontro.
Spetta a noi discernere se questi incontri personali sono benevoli e benefici per la nostra crescita, oppure no.
Tutti dobbiamo passare molti test ora e nel prossimo futuro. E dobbiamo essere brillanti, tutti noi. Non che non lo siamo. Siamo tutti geniali; abbiamo solo bisogno di svegliarlo e rendercene conto e iniziare a prendere decisioni consapevoli, sbarazzandoti di tutti i pensieri sciatti e prendere decisioni basate su intenzioni che provengono da pensieri chiari. Abbiamo molto da imparare nel poco tempo che abbiamo a disposizione, quindi se lo sprechiamo, lo rimpiangeremo.
Il materiale incanalato ci ha spesso detto che la culla dell’umanità si trovava nella costellazione di Lyra, e stavo dicendo la stessa cosa nel Livello I.
Questo sembra trattenere l’acqua quando parliamo del modello umano; a quanto pareva in Lyra il modello umanoide fu provato per la prima volta con successo. In Lyra i primi cittadini galattici videro un’alba da corsa stellare che sembrava molto simile ai Vulcaniani in “Star Trek”. Molti ricercatori in exopolitics hanno da allora capito che questa famosa serie di fantascienza aveva un sacco di verità.
Ciò non sorprende se comprendiamo che molti produttori di Hollywood e altre persone creative fanno spesso parte di società esoteriche, alcune delle quali dedicate alla canalizzazione. Così è stato anche per lo sceneggiatore, produttore e futurista, Gene Roddenberry, che ha sviluppato la serie Star Trek nel 1964.
Era membro di una società chiamata The Council of 9, Il Concilio dei Nove, che stava canalizzando un collettivo di entità conosciute come The Nine, I Nove.
Altri membri conosciuti di questo club sono stati Uri Geller e Peter R. Farley, che hanno utilizzato il materiale incanalato di “The Nine” per scrivere la sua serie di libri, Where Were You Before the Tree of Life?(Dove sei prima dell’albero della vita?)
Roddenberry avrebbe ottenuto le idee su gran parte di “Star Trek” da queste sessioni canalizzate; così anche l’aspetto dei Vulcaniani, con i loro corpi umanoidi, le orecchie a punta e le grandi menti analitiche. I Vulcaniani hanno, ho imparato, molte somiglianze con i Vegani del sistema stellare Vega nella costellazione di Lyra. Proprio come gli umani sulla Terra, i Lyrans si presentavano in diversi colori di pelle, e molti avevano orecchie a punta, proprio come il signor Spock.
Ci sono state molte civiltà sulla Terra prima che l’Homo sapiens nacque, 250.000-300.000 anni fa, e i Vegani in una volta, una volta diventati Fondatori, contribuirono a creare civiltà precedenti sulla Terra che avevano il Lyran, modello umanoide come parte del loro DNA.
Questo può essere letto nel materiale di Lyssa Royal e Keith Priest ed è stato studiato e costruito sui miei numerosi ricercatori, incluso me stesso.
Mentre le civiltà salivano e scendevano sulla Terra, l’umanità alla fine fu creata mescolando il DNA di diverse razze stellari e una specie umanoide precedentemente esistente che faceva parte di un esperimento per creare una biblioteca vivente sulla Terra.
Questo esperimento, tuttavia, fu interrotto quando i Signori Siriani sbarcarono sulla Terra mezzo milione di anni fa, e le cose cambiarono drasticamente sul pianeta dopo di ciò. Ma chi c’era dietro l’esperimento con la biblioteca vivente?
Alcuni dicono che erano i Lyran, mentre altri dicono che erano i Pleiadiani. Sappiamo già che molte razze stellari hanno contribuito con la loro flora e fauna, ma ho ottime ragioni per credere che coloro che hanno istigato la Libreria Vivente provenissero dall’Impero di Orione. Questo può essere uno shock per molti, perché gli ariani (plurale di Aryan, che significa esseri che vivono nell’Impero di Orione) hanno una pessima reputazione qui sulla Terra.
Ci sono razze stellari della costellazione di Orione che hanno un passato violento, quindi alcuni della cattiva reputazione possono essere giustificati, ma dobbiamo anche tenere a mente chi è responsabile di questo pianeta, e sono stati per le ultime centinaia di migliaia di anni. Nei miei precedenti lavori in questo livello di apprendimento ho detto che gli ariani hanno una visione matriarcale sul cosmo, mentre i siriani hanno uno patriarcale.
Questo è stato dimostrato oltre ogni dubbio nella metafisica; nessuno dubita più che la Regina di Orione stia abbracciando il Femminile Divino e che i Siriani siano Patriarchi; dobbiamo solo andare nella Bibbia per scoprirlo, e se vogliamo usare prove metafisiche, abbiamo quasi tutto il materiale canalizzato e i libri di Sitchin a cui fare riferimento.
Su questi temi, penso che molti di loro siano d’accordo.
La domanda è: perché esiste esattamente una tale tensione tra le matriarche e i patriarchi? Perché così tante persone sono morte nella lotta tra queste polarità? Non sentiamo una storia più grande dietro a questo? Certamente, e farò del mio meglio per rispondere a questa domanda attraverso i documenti di “Livello II”.
Per ragioni serie approfondirò nei dettagli in seguito, i Siriani hanno un forte interesse a tenerci al buio per quanto riguarda il lato femminile della vita, e quindi possiamo aspettarci che le informazioni provenienti da loro siano principalmente allo scopo di ingannare o indurre in errore.
Ormai è abbastanza comune che esseri provenienti dall’Impero Siriano siano stati quelli che ci hanno creato come schiava in un lontano passato e stanno influenzando la nostra vita quotidiana fino ad oggi, e anche il cuneiforme sumerico lo dimostra.
Ma se gli ariani sono cattivi come dicono alcuni, dove sono? Perché non sono qui, a manipolarci, invece di, o insieme, i Siriani? Molti concordano anche sul fatto che la Regina di Orione sia potente e una minaccia mortale per i Siriani, quindi perché lei e la sua gente non invadono, buttano fuori i Siriani e prendono il comando o cacciano i Siriani e diventano i nostri nuovi proprietari di schiavi? Devono avere il potere di farlo, si potrebbe pensare?
Quindi, sappiamo da Sitchin, LPG-C, i Pleiadiani e incontri personali (solo per citarne alcuni) che gli Uomini del Potere, i Patriarchi, stanno basando le loro idee sui Signori di Sirio, gli Ša.AM.i. Alcuni dicono che i Siriani se ne siano andati molto tempo fa, e se fingiamo di averlo fatto, l’umanità sta ancora seguendo le loro dottrine con la parola più piccola. Ora, le prove dimostrano che una fazione dei Siriani in realtà non se n’è mai andata e ha diretto lo spettacolo dietro le quinte fino ai giorni nostri, il che mette insieme i pezzi del puzzle e tutto ha senso. Quindi, questo lo sappiamo solo da una piccola ricerca.
Ora alla domanda:
– Dove sono gli ariani?
– Dov’è il movimento matriarcale e il femminile divino?
– Ne vediamo tracce oggi in qualsiasi grande società?
La risposta è no. Quindi, oserei dire che gli ariani non sono qui o, se lo sono, non rappresentano una minaccia per l’umanità, o forse il contrario.
Torniamo ai Signori Siriani, alias Ša.AM.i, per un momento; sarebbe certamente nel loro interesse se pensassimo che sono stati loro a crearci, in modo che pensiamo di essere in debito con loro. Così possono mantenere la loro roccaforte su di noi e manipolarci a loro piacimento.
Come alcuni lettori potrebbero sapere, sono stato recentemente in contatto con Utu, figlio del re Nannar della razza Ša.AM.i. Ne parlerò più tardi, ma è stato rapido nel farmi notare che i suoi sono i nostri antenati e che dobbiamo iniziare ad andare d’accordo e dobbiamo perdonarli per quello che hanno fatto a noi in passato. Sarebbe tutto bello e buono se non fosse una bugia.
Non ci hanno creati e non stanno venendo qui in pace, qualcosa che in pratica si è dimostrato, ovviamente abbastanza. Sì, sono venuti qui e hanno fatto un esperimento già esistente e hanno creato una razza di schiavi, ma non ci hanno creato – eravamo già esistiti. Il mio punto è che la Ša.AM.i ha un investimento qui sulla Terra, che siamo noi.
E per essere in grado di mantenere quell’investimento, devono mentire sulle nostre origini. Che mi dici delle altre gare a stelle? Perché dovrebbero mentire su chi siamo e da dove veniamo?
Bene, alcuni di loro lavorano con la Ša.AM.i, mentre altri hanno una propria agenda, ma puoi contare su quello che è, che soddisferà i loro scopi più dei nostri.
La cosa che queste razze stellari hanno in comune, che stiano lavorando con Ša.AM.i o no, è che pochissime di loro dicono che la nostra culla si ergeva in Orione.
La semplice ragione per questo è che la verità non gioverebbe a nessuno di loro, e nessuno di loro sta appoggiando il Femminile Divino. E quelli che vorremmo essere disposti a dirci ci guardano in sottofondo, non vogliono interferire perché rispettano le leggi universali di base.
Sentiamo da fonti diverse che Orione è dove il Femminile Divino è più importante; e quell’esatta informazione sul Femminile è ciò che viene soppresso qui sulla Terra, ed è stato questo che mi ha spinto a esaminare un po ‘la questione.
Mi sembra che la “cattiva reputazione” sia erroneamente indirizzata, quindi abbaiare l’albero sbagliato.

2 – Una società di rettili?
Vecchie leggende e miti ci dicono che la costellazione di Orione è il “centro dell’universo”; il luogo in cui sono nate le stelle.
È anche uno dei più vecchi e facili da scegliere. Nella mitologia greca, Orione è conosciuto come il “Grande Cacciatore” e raffigurato come un’entità maschile, che sta simbolizzando i feroci difensori ariani maschi dell’Impero.
In lingua ariana questi guerrieri sono chiamati guerrieri MAKH, secondo la ricerca di Morning Sky. La stella Bellatrix (gamma Orione), significa “guerriera”, e si riferisce alla mitologia dei giganteschi guerrieri amazzonici che potevano sconfiggere quasi tutti i nemici.
Orione era anche figlio di Poseidone e sappiamo che Poseidone è il nome greco di Ea, o EN.KI (Enki, EN.KE), il cui padre, un re siriano di rango più alto (numero 60 nella classifica del Pantheon sumero sistema), sposò la Regina di Orione come parte di un trattato di pace che entreremo nel giornale dopo il prossimo.
Secondo Sitchin e Ša.AM.i, il nome di questo Re Siriano è AN, o ANU. Orione, con il suo club, sta inseguendo il Toro (costellazione del Toro), anche se non c’è mito che parla di una simile battaglia. I cani del cacciatore, Sirius (Canis Major) e Procyon e Gomeisa (Canis Minor) stanno seguendo le sue cure.
Questi ultimi rappresentano i Siri, una specie di serpente / rettile (= razza di cani, = stella di cane), una volta “Guardie Avanzate” per la Regina di Orione, di ciò che gli Ariani chiamano La Corte della Madre, riferendosi alla Dea Madre; così lavorando per le matriarche. Tuttavia, questa alleanza sarebbe in seguito rotta.

Orione, il cacciatore, inseguendo il toro
Gerry Zeitlin, che ha tradotto e scritto una sinossi dei primi due libri di Anton Parks in The Chronicles of the Gírkù, Le cronache del Gírkù, ci spiega nella sezione Worlds che, “Orione consiste di stelle dieci volte più lontano di Sirio, e sono disperse su un grande volume di spazio. Numerose colonie Gina’abul , razze rettili, si trovano nella regione, fortemente alleate e mescolate con esseri umanoidi originari dell’area. Insieme hanno creato una razza ibrida. Questi popoli si moltiplicano attraverso la riproduzione sessuale “.
Sebbene alcune delle razze dell’Universo siano sessuali, la maggior parte delle razze si riproduce attraverso l’ingegneria genetica e la clonazione.
La sessualità, così come la conosciamo negli umani, non è il modo più comune di riprodursi se contiamo la quantità complessiva di specie diverse nell’intero universo. Tra alcune razze rettiliane nell’universo, le femmine depongono le uova, che poi possono, o non possono essere fecondate. Possiamo vedere quest’ultimo accadere anche qui sulla Terra, tra rane, pesci e, cosa abbastanza interessante, persino draghi di Komodo, e ancor più interessante, nelle api.
Nella società delle api, la Regina si accoppia solo una volta e trasporta il seme dal maschio dentro di lei che può quindi essere usato per fertilizzare tutte le uova che lei abbia mai depositato. Ma del resto, alcune uova che depone non vengono mai concimate. Queste uova si sviluppano e diventano i droni – esclusivamente le api maschi – mentre le uova fecondate diventano sempre femmine.
Ciò è particolarmente interessante perché l’originale specie ariana rettiliana è stata spesso considerata una “società dell’alveare”. I ricercatori li hanno descritti come aventi la Regina Orione nel mezzo e il resto della struttura sociale che le circonda.
Pertanto, la specie ariana è stata considerata come un’assurda, pericolosa macchina per uccidere impegnata nel pensiero di gruppo, da cui il pensiero reale viene fatto dalla Regina stessa.
Il resto della comunità è quindi disposto a sacrificarsi senza pensarci due volte per proteggere la propria regina. Questo potrebbe, o no, essere stato il modo in cui tutto è iniziato, ma certamente non come è più, e spiegherò perché in un momento.
Quando si ricerca questa specie viene in mente che non sono solo rettiliani ma molto probabilmente hanno anche una discendenza simile a un insetto, almeno se dobbiamo credere al simbolismo che l’Ariano ha lasciato qui sulla Terra; qualcosa che approfondirò in alcuni paragrafi, ma possiamo anche vederlo se leggiamo i lavori precedenti di Robert Morning Sky, come Eden, Atlantide e il Mito degli UFO dei primi anni ’90.
Lì ci sta dicendo esattamente la stessa cosa su come la regina di Orione sceglie se la sua progenie sarà un maschio o una femmina concimando o non concimando le sue uova. Solo le uova non fecondate diventano maschi .
Presumibilmente, Morning Sky ha ricevuto queste informazioni dallo Star Elder, che i suoi antenati indiani nativi hanno salvato da un incidente UFO negli anni ’40. Ha ascoltato la storia di suo nonno e da allora ha passato la maggior parte della sua vita a ricercare e ad espandere ciò che gli è stato detto.
La ricerca di Morning Sky lo portò alla conclusione che in Orione le cose sono centrate sulle femmine, che sono l’aspetto nutritivo della vita, mentre i maschi sono i protettori delle femmine, pur essendo cacciatori e guerrieri.
Da quello che sembra, e che ho sollevato fino a un certo punto in Paper # 1, l’Universo sta proteggendo l’aspetto femminile della realtà, e la razza ariana potrebbe aver preso quell’aspetto nel cuore e creato le loro vite intorno ad esso; o forse era il contrario – una volta, quando l’Universo era giovane, questa razza di rettili / insettoidi “ape alveare” era stata creata per essere la custode del Femminile Divino?
Questo potrebbe avere senso, poiché molte fonti ci stanno dicendo che la Regina di Orione e il suo popolo sono forse una delle più antiche razze stellari dell’universo.
Una volta che ci rendiamo conto che l’Universo è femminile nella sua essenza, allora ciò avrebbe anche più senso. Il resto dopo sono solo complicazioni di un facile concetto originale, creato dalla Dea per proteggere la propria energia prima che il “gioco” che chiamiamo “vita” continuasse altrove nell’Universo.
Questo spiegherebbe anche la costellazione di Orione come cacciatore maschio; il protettore del Femminile, con il suo ‘club’ sempre pronto a difendere la Dea e le sue rappresentanti femminili dell’Impero di Orione.
Ma c’è di più nella storia – molto di più! Come abbiamo detto prima, la stella Bellatrix è anche chiamata la stella amazzone, riferendosi ai mitici guerrieri amazzoni, che erano tutte femmine giganti, feroci in battaglia e temuti da tutti i guerrieri maschi, non importa quanto abili. Questo indica che le femmine di Orione potrebbero essere le superiori sul campo di battaglia se si arriva a combattere.

Amazon Warriors
Ma torniamo a discutere delle api. Se stiamo pensando agli ariani in termini di api, che hanno usato il simbolo dell’ape qui sulla Terra e lo hanno persino abbracciato come loro emblema?
Il logo dei vecchi Re Merovingi è l’ape, e forse abbiamo un indizio lì.
Molti ricercatori hanno affermato che le Famiglie reali del mondo sono discendenti di esseri alieni, specialmente i Merovingi e coloro che li hanno preceduti. Sappiamo per certo che il loro emblema era l’ape, e la società ariana è l’unica società aliena che conosciamo che è collegata con api e alveari, quindi sarebbe forse un’ipotesi valida dire che i Merovingi hanno qualcosa da fare con Orion.
In tempi recenti, Napoleone rianimò l’ape come emblema della regalità, e poiché la famiglia reale svedese discende dalla stirpe napoleonica, usano anche le api – il loro emblema è composto da tre corone di un tipo molto simile a quello di fico, e con tre api nel mezzo. Un altro nome per la Svezia è Tre corone, o Tre Kronor in svedese.

Api
L’emblema principale dei Re Merovingi, ma anche un collegamento con l’Impero di Orione?
“Un intaglio, sormontato da una corona e incrostato di fleur-de-lys d’oro,
sorge dalle piastrelle. L’oggetto potrebbe simboleggiare un alveare, un’ape o una pupa. I re merovingi francesi usavano le api come uno dei loro sacri espedienti. ”

http://www.mythicjourneys.org/newsletter_apr07_barnett2.html

Ma ci sono anche altre potenziali connessioni tra Orion e api che possiamo trovare con una piccola ricerca.
I vecchi Maya, ad esempio, quelli che hanno creato il vecchio calendario Maya, onorarono Ah-Muzen-Cab, un dio dell’ape e del miele. Stessa cosa nell’antico Medio Oriente e nelle culture egea, le api erano molto rispettate e sacre, proprio come erano in Egitto nei tempi antichi.

Dea dell’ape alata
L’ape era anche un emblema della Potnia (antica Grecia), la “Mistress”, la padrona, minoico-micenea, anche nota come Pure Mother Bee, Madre Ape Pura.
Inoltre, le sacerdotesse che adoravano Artemide e Demetra erano chiamate “api”, e ora abbiamo una connessione diretta con Orione. Artemide era da molti considerata la Dea, e Orione (il cacciatore maschio), era il compagno di caccia di Artemide.
A Roma era conosciuta come Diana, da cui la principessa Diana ha preso il suo nome.
Dopo la morte della principessa c’era molta speculazione se la principessa Diana fosse una reincarnazione della dea Diana. La sua linea della famiglia Spencer è legata alla famiglia reale.
Artemide può essere collegata alla Turchia, come il webmaster del sito web, http://beehaven.heroku.com sottolinea:
In Artemide abbiamo la nostra più famosa patrona delle api. Come dea della natura e della caccia, foreste, colline, rocce e fiumi, ha supervisionato il territorio nazionale delle api selvatiche. Una parte particolarmente affascinante della sua storia è la sua comunità di templi, in Ionia, a Efeso, la Turchia di oggi.
Alcuni credono che fosse una comunità matriarcale di sacerdotesse dell’apicoltura ad adorare Artemide. Nella sua forma di Efeso, è raffigurata coperta di intagli al seno o simili a uova, che per un apicoltore può solo somigliare alle cellule delle api regine nate dall’alveare. Ai suoi piedi ci sono due pietre di Omphalos.
Per coincidenza, ieri ho ascoltato una delle conferenze Pleiadiane, e una tra il pubblico ha detto che era stato trovato un sito sacro molto antico, nella Turchia meridionale o orientale, nascosto sotto strati di sabbia, che era stato intenzionalmente usato come metodo di conservazione, come sembra. C’erano antichi manufatti nascosti lì.
Il Pleiadiano ha detto al pubblico che parti della Turchia, vicino alle montagne del Caucaso, un tempo era un’antica dimora per l’onore della Dea Madre, molto prima che i Patriarchi arrivassero e prendessero il sopravvento .
Quindi c’è una quantità schiacciante di prove che le razze stellari dell’Impero di Orione erano qui molto prima che arrivassero i Signori del Siria.

Fine 1 Parte

Fonte : http://howtoexitthematrix.com/2018/05/22/the-orion-empire/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...