Consumismo Spirituale

Quando diventiamo più consapevoli di come la coscienza della povertà viene ingegnerizzata nelle menti materialistiche che si alimentano e si alimentano nella macchina dell’economia del consumismo globale, possiamo vedere uno degli obiettivi principali è quello di far sentire le persone costantemente sotto pressione e preoccuparsi di guadagnare possesso materiale e valutazione del loro accesso a risorse che equivalgono a stato personale, sicurezza o potere. Questo stesso condizionamento sociale è diretto direttamente alle comunità di ascensione spirituale o quelle che si stanno pesantemente commercializzando sui social media verso l’industria della coscienza, per manipolare le pulsioni istintive inferiori e convincere la gente ad acquistare o sostenere molte forme di consumismo spirituale e etichettarlo come ” essere coscienti “. Specificando specificamente e diffondendo la povertà, le paure della coscienza progettate per generare insicurezza, dubbio e disperazione nelle masse, alimentano la deificazione dei valori materialistici in tutto il mondo, e questo comporta un’infezione in molte modalità basate sulla spiritualità. Il consumismo è diventato la principale religione mondiale, che sfrutta l’insicurezza e le paure di sopravvivenza nelle persone per poter vendere e commercializzare continuamente linee di assemblaggio di prodotti, ed è saggio ricordare che anche i prodotti spirituali vengono usati allo stesso modo.

Sul sentiero spirituale, se siamo onesti con noi stessi, è importante osservare gli stessi schemi di marketing usati per fare ascensione, o coscienza più alta un oggetto di consumo che può essere facilmente acquistato. Le campagne di marketing vengono utilizzate con tutte le note chiave del consumatore per attirare un grande seguito spirituale, e vengono introdotte e distribuite al pubblico attraverso i social media e YouTube. Le persone che generalmente non sono dotate di un forte discernimento e di una cultura colta. metro, hanno la tendenza a dare via il loro potere personale a un’influenza esterna, come un tipo di guru, una coscienza di gruppo o un movimento di consumismo spirituale che si commercializza come autorità spirituale. Troppe persone credono che la spiritualità, l’espansione della coscienza e l’illuminazione possano essere raggiunte attraverso il percorso della spiritualità del consumatore e degli esperti autoproclamati che si definiscono maestri. Possono comprare l’illuminazione, avere una vita spirituale affascinante appesa ai piani galattici, piuttosto che impegnarsi nel più profondo lavoro interiore di liberare l’ombra, osservando l’ego indisciplinato nell’azione e correggendo schemi abusivi di comportamento.

I valori materialistici che alimentano le culture dei consumatori glorificano e generano personalità narcisistiche che hanno poca o nessuna empatia per le altre persone. Le persone che sono motivate materialisticamente ed esternamente tendono ad equiparare il loro valore, valore e stima sulla loro ricchezza, status e possedimenti accumulati. Tuttavia, la stessa insidia è comune sotto l’etichetta di spiritualità o coscienza superiore, una razza di consumismo spirituale che viene commercializzato come illuminazione per ottenere un livello commercializzato di status spirituale finto. Una convinzione che l’illuminazione possa essere raggiunta attraverso la gratificazione immediata e lo schiumare sulla superficie della vita, ignorando il più profondo lavoro emotivo interiore che porta alla responsabilità personale e ad una maggiore integrità.

Le persone che sono materialiste tendono ad avere comportamenti altamente ambiziosi, competitivi, arroganti e aggressivi e sono profondamente preoccupati dei problemi di adeguatezza personale e di esercitare il loro potere nel mondo. Queste qualità non etiche possono manifestarsi in modo abbastanza aggressivo in ciò che può essere etichettato come una comunità spirituale o nell’industria che è cresciuta intorno a argomenti che promuovono lo sviluppo della coscienza superiore. Pertanto, quando una comunità o un’organizzazione spirituale opera con questo punto cieco a tutto volume, essi comprometteranno anche i comportamenti etici e umani per accumulare le risorse e le proprietà che vogliono, al fine di ottenere più potere per la loro causa. Forse giustificano quel potere afferrare quanto serve per servire il bene superiore, sentono di avere una missione più grande che è più importante di altre intorno a loro. Forse si sono considerati leader di un movimento di massa per il necessario cambiamento di coscienza, e come molti altri che li hanno preceduti, stanno lasciando la stessa scia di danni emotivi e distruzione nella loro scia. Un leader spirituale è un servitore del popolo e tenere la compassione e l’empatia per gli altri è la pietra miliare principale dell’essere dediti al sentiero dell’ascensione spirituale. Altrimenti, può rapidamente divagare in una trappola della coscienza con delusioni astrali di grandezza che causano una rovina della radice da ripetuti abusi di potere. Quante volte abbiamo visto la stessa trama, un’era diversa, diverse persone che lavorano nelle comunità spirituali, eppure la stessa narrativa abusiva si ripete continuamente, e passa inosservata e non riconosciuta?

Per molti anni, le dinamiche di gruppo e il mondo di forze presenti in molti gruppi spirituali non riconoscono gli abusi di potere quando si verificano, causati dagli stessi comportamenti egoici distruttivi incontrollati. Queste sono le lezioni importanti del passato che rimangono non imparate. Quello che non impariamo, continuiamo a ripetere. Se studiamo guru spirituali e comunità spirituali negli ultimi anni, inizieremo a vedere un modello molto preoccupante di gravi abusi di potere. Dove è stato dato un potere assoluto e completamente corrotto, questo ha determinato il fallimento della missione di gruppo. Il campo di gruppo della comunità comincia ad affogare nelle stesse enormi forze oscure archetipe che preferiscono usare il tradimento spirituale e le tattiche di manipolazione delle vittime e vittimizzanti per continuare l’agenda di divisione e conquista all’interno di quel gruppo.

Questa è la grande installazione sulla terra, una persona che desidera fortemente la convalida esterna di autostima e specialità, dovrà giocare ai giochi mentali per ottenere ciò che l’ego spezzato e la pulsione istintuale vogliono. Ciò significa che devono fare l’accordo o patto faustiano per rinunciare alla sovranità personale e molte volte prostituirsi, a causa di chi è realmente dietro gli abusi di potere e il controllo della struttura spirituale. La prima cosa che fanno queste forze oscure è trovare il punto di pressione della persona spiritualmente ambiziosa e lavorare per compromettere l’integrità personale e far deragliare l’attualizzazione spirituale, al fine di sfruttare le dipendenze e le debolezze attraverso il ricatto psicologico ed emotivo. Una persona emotivamente instabile è una persona dalla mente debole che è facilmente posseduta, quindi è facilmente manipolata dai suoi impulsi incontrollabili finché non diventano così completamente corrotti, il loro corpo fisico è usato per soddisfare i capricci delle forze oscure che controllano i loro impulsi istintuali. Gli impulsi istintuali non sono comportamenti illuminati, sono il segno di una persona spiritualmente sottosviluppata. Quindi, il consumismo spirituale può essere molto avvincente al corpo istintivo, poiché è commercializzato come intrattenimento e una pillola astrale della beatitudine. Questa è la ragione principale per cui così tante persone cadono preda delle loro reazioni istintive e delle indulgenze personali trasferite al consumismo spirituale, il che porta a un rapido declino spirituale, che esacerba ancora comportamenti non etici e abusi di potere.

Per molti la spiritualità è vista come un’opzione del consumatore, come un’estensione o un’app con un periodo di prova e attivazione gratuito. Forse questa settimana proveremo l’app di mindfulness, o l’app di shaman Ayahuasca, o l’app hot yoga. Qualcosa che possiamo aggiungere al nostro sistema operativo che offre di apportare cambiamenti, contribuire a sollevare i nostri istinti di base, farci sentire più in forma, più gentile o più sereno. Questo di solito viene fornito con limitazioni inconsce, ponendo uno stop interno a troppi cambiamenti, che ci renderebbero scomodi o disturbare il modo in cui ci vediamo o ci rapportiamo al mondo che ci circonda. Questa descrizione del consumismo spirituale può sembrare callosa, ma c’è una qualità superficiale di benessere associata al marketing e alla monetizzazione della spiritualità e dell’auto-aiuto, che funziona quasi come un’esca e un cambiamento. L’esca e l’interruttore hanno al centro la disonestà, nel marketing usato per ingannare la nostra mente nel pensare che stiamo comprando un prodotto che ci renderà spiritualmente forti e più evoluti di quanto siamo in realtà.

Frequentando ritiri di una settimana per guardare la nostra rabbia, il nostro dolore, o le nostre cosce vengono trattate come il falso equivalente di un risveglio o di un lungo processo di guarigione emotiva. Ritiri che graffiano la superficie e ci permettono di sentire qualcosa, ci permettono di spuntare una scatola che più tardi si trasforma in, sono al di là di tutta quell’ombra perché mi sono già occupata di quello. Pertanto, la configurazione è di ignorare le bandiere rosse e la debolezza emotiva nella vita di tutti i giorni, perché la paura di affrontare problemi più profondi e di dover apportare cambiamenti nel proprio stile di vita è troppo travolgente. Lo sviluppo spirituale consiste nel portare l’ego negativo fuori dal posto di guida e nell’essere aperto e disposto a sentire i cambiamenti che devono realmente accadere mentre sono onesti con noi stessi. Se siamo veramente onesti, potremmo sapere che dobbiamo cambiare, ma ci troveremo di fronte a un test di auto-responsabilità. Nel mercato spirituale dei consumatori possiamo trasferire questa responsabilità su qualcos’altro e fingere di fare qualcosa di spirituale perché abbiamo pagato un prodotto o ascoltato un tipo di guru che prometteva il risveglio.

Eppure c’è un’importanza di scambi basati sul valore quando siamo in servizio nella comunità spirituale. Dobbiamo diffondere quel valore e il servizio agli altri, al fine di continuare a far circolare l’energia monetaria per scambiare con altri che contribuiscono anche al benessere generale della comunità a modo loro. Quando valutiamo gli esseri umani e il loro contributo, il valore è incorporato nel lavoro, nel servizio o nel prodotto che viene scambiato. Il denaro ricevuto dovrebbe rappresentare lo scambio equo di quel lavoro. Il denaro ricevuto rappresenta il valore del tuo lavoro, il tempo, l’energia, i talenti e il contributo, quando spendi quei soldi stai lasciando andare il valore creato e onorando il valore che un’altra persona ha creato.

È interessante vedere persone che si descrivono come praticanti spirituali a lungo termine, completamente distrutte dalle sfide quotidiane di base o che hanno un tracollo per le elezioni politiche. È anche interessante vedere coloro che si sono posizionati come insegnanti spirituali, abusano del potere così frequentemente dormendo con gli studenti o facendo scoppi d’ira dove sono verbalmente abusivi. Questi sono alcuni dei problemi con la spiritualità dei consumatori, in cui investiamo tempo e denaro in un prodotto, in una tecnica, in una tradizione o in un artificio facendone parte della nostra routine e probabilmente del nostro tessuto sociale. Qualcuno può avere anni di “pratica” come questa appesa sulla superficie della spiritualità, ma poi essere rovesciata come un castello di carte da eventi relativamente piccoli di avversità. Le persone possono capovolgere tra questi stati dell’Io inferiore e la frequenza più alta (momentaneamente) e per quanto tempo sostengano gli stati di frequenza più alta sostenuti è il segno distintivo della maturità spirituale e della padronanza delle energie personali. Quando le persone perdono il loro centro, impazziscono o si scagliano, stai osservando un capriccio dell’ego, e quando lo fanno è il segno della violenza interiore, della frammentazione e del bisogno di una guarigione integrativa spirituale. La violenza interiore generata dai tre strati di programmazione del controllo mentale e dell’io che rimane non cicatrizzata porterà a scoppi di controllo. Questo è un pezzo importante da ricordare sul motivo per cui gli esseri Krystic non deviano mai la loro attenzione per impegnarsi in strategie combattive violente e scelgono di rimanere in pace e di tenere un cuore amorevole puro anche nelle interazioni più difficili.

Lo sviluppo spirituale prende l’autentico sviluppo del carattere umano e decide quale tipo di persona vuoi veramente essere nel mondo. Quando siamo onesti e responsabili del nostro impegno personale a migliorare noi stessi, è questo impegno a fare ciò che è necessario, che ci porta oltre le nostre zone di comfort e ci rende effettivamente persone più forti ed equilibrate. Questo è il momento di assumere un ruolo attivo nella guarigione, guarendo le nostre vite in modo da diventare persone sane ed equilibrate. Quando siamo in grado di identificare un comportamento emotivamente distruttivo e siamo disposti a prendere provvedimenti per sanare i nostri pensieri ed emozioni, ci autorizziamo a prendere provvedimenti che ci conducono alla libertà spirituale. Che l’amore, la pace e la forza spirituale vi benedica.

Autore : Lisa Renee Report, 5 Settembre 2018.
Traduzione Per Staffan, 6 Settembre 2018.
Fonte : http://sananda.website/lisa-renee-report-spiritual-consumerism-september-5th-2018/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...