La Biblioteca di Porthologos

La biblioteca di Porthologos è vasta e rotonda, situata in un’enorme cavità scavata all’interno della cavità della Terra Cava. Siamo in un’enorme cavità scavata. Non siamo allo scoperto, come potreste immaginare. Madre Terra mantiene intatti i suoi terreni interiori fornendo uno spazio vitale nel suo corpo interiore e non fuori, negli spazi aperti.

Le nostre caverne interne si adattano perfettamente al nostro stile di vita e quando vogliamo nuotare negli oceani o scalare le montagne, occorre solo un breve viaggio al centro della cavità della Terra Cava, nei nostri veicoli elettromagnetici che levitano attraverso il vasto sistema di tunnel, in solo pochi minuti del vostro tempo. Lo vivrete tutti presto, poiché il tempo della nostra emergenza ci porterà presso di voi e vi accompagneremo nelle nostre case all’interno della Terra.

Tutto è illuminato con una luce più morbida e più chiara, e le temperature si adattano perfettamente alla nostra salute e forza. Per tutta la vita abbiamo aspettato che questo momento si connettesse con voi in superficie, ed ora è qui. I nostri cuori sono pieni di amore per tutti i nostri fratelli e sorelle perduti e desideriamo connetterci nuovamente con tutti e ciascuno di voi. I nostri cuori sono uno.

Il nostro nascondiglio sotterraneo.

Ci sono così tanti Catari ( Nt. I Catari sono un antico popolo che dissentiva dai dogmi ufficiali della Chiesa e sono stati distrutti di conseguenza) riuniti intorno a me, Mikos, mentre ti detto questo messaggio. Siamo fuori, sul terreno che circonda la grande biblioteca di Porthologos. Siamo seduti su un’erba morbida come un cuscino, che respira l’aria profumata e piena di ossigeno, che ci mantiene eternamente giovani e vibranti. Questa aria pura è “nettare” per i nostri polmoni e mantiene i nostri corpi liberi dalle malattie.

L’ossigeno sulla superficie (della Terra) ha raggiunto livelli così bassi che state morendo per la fame dell’ossigeno, il che apre la strada affinché i germi patogeni invadano il vostro corpo. Noi, qui nella Terra Cava, respiriamo aria pulita, pura e beviamo l’acqua più pura, che è ancora pura come il giorno in cui fu creata la Terra.

Siamo così fortunati a vivere in questo paradiso sottoterra. Ci sediamo qui, appoggiati comodamente sui nostri cuscini e sgabelli, respirando l’aria e annusando i profumi degli enormi fiori che ci circondano. Questo è un paese delle meraviglie della bellezza, e questa bellezza si riflette nelle nostre anime.

I nostri corpi rispondono al nostro ambiente e descrivono ciò che ci circonda. E ciò che ci circonda è magnifico da vedere. Siamo circondati da alberi e fiori che emanano forza e salute, e noi a nostra volta sentiamo questa forza e salute, e il nostro corpo si conforma a questa immagine. Quindi i nostri corpi rispecchiano ciò che ci circonda. Rispecchiano la perfezione del nostro ambiente. A nostra volta, noi rispecchiamo la perfezione, completando così il ciclo di perfezione che non finisce mai. Grazie questo ciclo perfetto, i nostri corpi possono rimanere in uno stato perpetuo di perfezione, mai malandati, né invecchiamento, né morte. È un ciclo chiuso di perfezione.

È mezzogiorno qui ora, e ci crogioliamo nella luce a spettro completo del nostro Sole Centrale Interiore, mentre è appeso nel nostro “cielo”. Il nostro cielo è il vero centro del globo cavo, e il nostro sole non si muove, come sembra fare il vostro sole. Il nostro è appeso lì, al “punto morto”, sostenuto dalle forze di gravità che si muovono attorno alla sua circonferenza in modo che sia perfettamente bilanciato e che rimanga al suo posto.

L’interno della Terra è concavo, e le spirali si alzano e ci circondano. Quindi la nostra immagine di “paradiso” proviene da una prospettiva o angolazione diversa dalla vostra. Voi sembrate “in alto” e noi guardiamo intorno a noi. Così oggi, come sempre, il sole splende sul nostro raduno, qui, sul terreno della biblioteca. Il nostro lavoro qui nella Biblioteca non funziona come lo definite voi, ma è gioia per i nostri cuori.

Facciamo ciò che amiamo e lo facciamo nel tempo libero. Non abbiamo orologi per marcare l’orario e orologi a tempo per dirci quando fermarci. Ognuno di noi sa ciò che vogliamo realizzare ogni giorno e noi restiamo finché vogliamo o finiamo di completare il nostro lavoro. Tuttavia, non ci impegniamo per lunghe ore, come in superficie. La nostra giornata lavorativa è breve rispetto alla vostra. In termini di ore, la giornata lavorativa è meno della metà delle ore della giornata. Quindi dovremmo voler lavorare con gli “straordinari”, abbiamo la flessibilità di farlo senza violare le altre aree della nostra vita. E le nostre vite rimangono sempre in equilibrio, perché i nostri programmi ci permettono di fare tante altre cose ogni giorno, al di là delle ore che passiamo per i nostri “lavori”.

Viviamo vite perfettamente equilibrate di comodità e comfort ed abbiamo creato tutto ciò di cui abbiamo bisogno per sviluppare i nostri talenti, espandere le nostre menti e rafforzare i nostri corpi. Abbiamo conservatori di musica e danza e teatri ovunque. Balliamo e cantiamo sempre insieme, perfezionando i nostri talenti e facendoli evolvere per fare sempre più cose creative.

Le nostre vite sono piene di creatività e ci dilettiamo in ciò che creiamo. Perché ciò che creiamo è condiviso con tutti, in modo che tutti noi beneficiamo dei reciproci talenti e abilità. Ci insegniamo tutti a vicenda e impariamo tutti gli uni dagli altri. Siamo favorevoli alla cooperazione, prosperiamo nella condivisione e ci impegniamo a dare il massimo possibile l’uno all’altro, il che significa che finiamo per avere tutto ciò che abbiamo creato. Così i nostri doni si moltiplicano – le nostre benedizioni si moltiplicano – e raccogliamo l’abbondanza della nostra civiltà sottoterra. Nulla è accaparrato o “posseduto”, come fate in superficie, perché non è necessario, né logico, quando capite che siamo tutti parte della Terra, e quindi tutto appartiene a tutti, eppure nulla è di proprietà di chiunque, perché tutto è gratuito per tutti da usare.

La condivisione è la chiave, non il possesso. Cambiate le vostre parole e cambierete i vostri modi. E cambiando il modo in cui fate le cose cambierete le vostre vite e le riporterete in equilibrio, così anche voi avrete il tempo libero per sviluppare la vostra creatività ed i talenti e per esplorare la Terra, piuttosto che divorarla. Poi una volta che esplorate le complessità, la bellezza e la magia della Natura, non potete più aborrirla e distruggerla, potete solo emularla e amarla, e sapere oltre ogni dubbio che lei è voi stessi e voi siete lei. Perché qualunque cosa distruggete al di fuori di voi, la distruggete in voi stessi, perché la Natura proietta voi fuori, per quanto voi mostriate la natura.

Guardatevi intorno alla devastazione delle foreste e degli oceani della Terra, e vi mostrerà le parti di voi stessi che state distruggendo all’interno dei vostri stessi corpi. I terremoti che stanno diventando così prevalenti sulla superficie, stanno ora emergendo all’interno dei vostri stessi corpi emotivi e fisici. Tutto quello che fate alla Terra, lo fate a voi stessi. Ricordate, c’è solo una coscienza. Voi e noi siamo parte dell’unica coscienza. Mentre distruggete una parte di quella, le altre parti ne sono coinvolte.

Non siete separati dalla Terra. Voi siete la Terra; ancora non lo sapete. Ma mentre vi svegliate dal vostro profondo sonno di milioni di anni terrestri, ricorderete la connettività di tutta la vita, e in che modo la salute di uno è connessa alla salute di tutti. Gli esseri umani di superficie non possono sopravvivere se distruggono i loro dintorni e fanno guerre con le loro stesse specie, solo perché vivono in diverse parti del pianeta.

Noi, qui a Porthologos, siamo così grati ad ogni filo d’erba, ad ogni petalo su un fiore, ad ogni foglia su un albero. Perché l’armonia che proviamo è la stessa armonia che provano i fiori e gli alberi, e che ci permette di crescere di statura e spiega l’enormità delle dimensioni dei nostri alberi, che si ergono sopra la terra come i vostri grattacieli, perché nulla li trattiene indietro. Loro e noi siamo liberi di crescere di dimensioni, liberi di espanderci, perché tutto è in uno stato di espansione, non di contrazione, come testimoniate e sperimentate in superficie.

Quando siete “aperti” alla vita, potete solo espandere. Quando siete immersi nella lotta, nella mancanza e nella paura, potete solo chiudere e diminuire la vostra statura, per paura di essere visti o paura di distinguervi tra gli altri. Schiaccia il vostro potere, soffoca il vostro intuito, soffoca i vostri sentimenti, cercando di adattarsi al minimo comune denominatore delle persone intorno a voi. Questa acrobazia non è solo la vostra crescita fisica, ma anche la vostra crescita dell’anima. Quando vi aprite al fatto che voi e l’Universo siete uno, vi sveglierete a tutto ciò che siete e inizierete ad espandere i vostri orizzonti e crescerete letteralmente in altezza e larghezza.

La vostra mente ed il vostro corpo sono connessi. Se pensate in piccolo, crescete piccoli. Se pensate che la vita esista solo sulla superficie della Terra e da nessun’altra parte, allora vi siete accorciati, cosa che accorcia la vostra altezza fisica, proprio come i vostri pensieri hanno accorciato la vostra visione. Espandete i vostri pensieri ed espandete il vostro mondo; espandete il vostro mondo ed il vostro corpo reagisce a scatti di crescita e rinnovamento. Se solo sapeste tutto ciò che siete, vivreste come Re e Regine, in palazzi d’oro, non su strade sporche e disseminate per la città. Vi siete detronizzati e nemmeno lo sapete. Svegliatevi, abitanti di superficie! Perché se non lo fate, i terremoti all’interno della vostra anima vi faranno ritornare alla coscienza di chi siete – e questo potrebbe significare la devastazione delle vostre attuali condizioni di vita, trasformate in macerie.

Anche se è un duro lavoro scavare dopo un terremoto, una volta che siete liberi dalle sue macerie e vedete che tutto ciò che avete “posseduto” è sparito, vi sveglierete con lo shock e realizzerete che tutto ciò che avete è voi stessi. All’improvviso, dal profondo del vostro Essere, trovate la forza e la saggezza che erano sepolte dentro di voi. I terremoti riducono la densità, quindi la vista è ripristinata e la vista è tornata, permettendovi di vedere ed essere tutto ciò che siete veramente. La nostra visione è sempre stata chiara, poiché la densità non offusca la nostra visione sottoterra. Vediamo chiaro e lontano, perché nulla ostruisce la nostra visione. Possiamo vedere tra le stelle, anche se siamo sottoterra, perché nulla impedisce la nostra vista.

Quando vi liberate da tutti i sistemi di credenze, i pensieri negativi ed i sentimenti negativi, anche voi sentirete la chiarezza e l’armonia dentro di voi e sarete in grado di vedere tutto ciò che vi è stato tenuto nascosto dai vostri governi. Sarete in grado di “vedere attraverso” tutti i loro inganni, e la verità sulla vita su altri pianeti e sulla vita all’interno della Terra brillerà attraverso i vostri occhi e sarà completamente esposta a tutti. Siamo ancora seduti qui sotto il nostro sole mentre porto questo dittico alla sua fine.

Vi ringraziamo per aver portato il nostro messaggio.

Dianne Robbins – Messaggi dalla Hollow Earth
Copyright © Dianne Robbins
Fonte : https://operationdisclosure.blogspot.com/2018/10/dianne-robbins-messages-from-hollow.html
(traduzione Ben Boux http://www.lanuovaumanita.net)
Fonte : http://www.lanuovaumanita.net/la-biblioteca-di-porthologos..html

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...