5 modi in cui la Società Consumistica ha distorto la nostra percezione della Felicità

La società dei consumi in cui viviamo ha modificato le nostre percezioni su così tanti livelli. Ha cambiato il nostro modo di vedere le cose nella nostra vita quotidiana.
La società dei consumi vuole che crediamo che per essere felici, abbiamo bisogno di comprare costantemente cose nuove e migliori. La vita diventa una continua ricerca degli attributi del successo. Sto usando la parola “attributi” perché la nostra società non vuole davvero che ci sforziamo di essere veramente di successo o felici. Vuole che ci sforziamo di apparire così.
Ma il fatto più triste è che la nostra società dei consumi ha distorto il nostro modo di vedere e trattare le altre persone. E questa distorsione è radicata così profondamente nella nostra mente che la maggior parte delle persone oggi non si rende nemmeno conto che c’è qualcosa di sbagliato in questa mentalità.
Di seguito sono riportati i modi in cui la nostra mentalità consumistica ha incasinato la nostra percezione della felicità e delle relazioni personali.

1 – Non siamo mai contenti di ciò che abbiamo
La prima cosa fondamentale che apprendiamo nella società dei consumi di oggi è che non siamo abbastanza bravi. La nostra vita non è abbastanza buona. La nostra casa è troppo piccola, la nostra macchina è troppo vecchia, il nostro smartphone è troppo obsoleto e così via. Ci viene costantemente detto che per essere cool, felici e di successo, abbiamo bisogno di comprare nuove cose.
Aspetta un attimo e pensa alle vite dei tuoi nonni. Tornando ai tempi in cui erano giovani, avevano tutte le cose che hai oggi? Avevano così tanti elettrodomestici al loro posto? Quanti vestiti avevano e quanto spesso ne comprano di nuovi? Avevano una macchina, avevano persino una TV?
Alcuni decenni fa, la vita era molto più semplice di adesso. Per questo motivo, anche la comprensione della felicità e della soddisfazione della vita da parte delle persone era molto più semplice. Oggi è molto più difficile sentirsi soddisfatti e appagati di tutte queste aspettative e pressioni che la società ci sta causando. Di conseguenza, lottiamo per apprezzare ciò che abbiamo e per essere grati per tutte le cose buone della nostra vita.

2 – Non sistemiamo più le cose – le gettiamo via e cerchiamo quelle nuove
Oggi è possibile acquistare letteralmente qualsiasi cosa. Questo ci ha portato a pensare che tutte le cose che abbiamo possono essere facilmente sostituite con nuove. Se il tuo telefono è fuori servizio, puoi sempre acquistarne uno nuovo, giusto?
Abbastanza tristemente, questa mentalità coltivata dalla società dei consumi ha avuto un enorme effetto anche sulle nostre relazioni personali. Che ne siamo consapevoli o meno, abbiamo iniziato a trattare le persone nella nostra vita allo stesso modo.
Quando affrontiamo problemi nelle nostre relazioni o amicizie, spesso ci arrendiamo troppo facilmente. Decidiamo che questa persona non è abbastanza buona per noi e semplicemente la escludiamo dalla nostra vita. Naturalmente, in alcuni casi, come le relazioni tossiche e abusive, può essere un’opzione saggia.
Tuttavia, spesso etichettiamo le persone come tossiche o negative prima ancora di conoscerle e di conoscere le difficoltà che stanno attraversando. Di conseguenza, spesso non riusciamo a capire chi ci circonda e tendiamo a bruciare i ponti troppo presto.
E tutto questo ha a che fare con la mentalità consumistica – ci sentiamo come se potessimo sempre sostituire il nostro amico o il nostro partner con uno nuovo. Tuttavia, le relazioni personali non funzionano in questo modo.

3 – Abbiamo bisogno di una convalida sociale costante
La società dei consumi in cui viviamo prospera sul confronto e sulla concorrenza. Chi ha più successo di me? Chi è più ricco, la cui relazione è più felice della mia, chi ha una casa più grande? Oggi ci confrontiamo sempre con gli altri. È diventato la norma. È uno dei modi in cui la società dei consumi fa acquistare più cose al fine di essere “migliori” – o, più precisamente, sentirsi meglio – rispetto a quelli che li circondano.
Per questo motivo, spesso sentiamo il bisogno di mostrare le nostre realizzazioni agli altri. Condividiamo i dettagli delle nostre vite private sui social media e carichiamo le foto delle nostre vacanze e dei momenti speciali. In realtà, è un grido di attenzione e convalida. “Tutti, guardami, quanto sono felice!” “Ehi, gente, controlla la mia nuova macchina / casa / lavoro, hai successo come me?”
Ma siediti e pensaci un po’ più in profondità. Tutti i tuoi follower su Instagram sono veramente interessati alla tua vita? Tutti i tuoi amici di Facebook si prendono cura di te e vogliono vederti felice?
Questa è un’altra bugia con cui la nostra società dei consumi ci nutre – che le altre persone si preoccupano di apprendere ogni piccolo dettaglio della nostra vita, quindi è importante che dimostriamo il nostro successo e felicità a loro. Tuttavia, in realtà, la maggior parte delle persone non se ne interessa e alcuni sarebbero contenti di vederti fallire.
E, cosa più importante, spesso dimentichiamo che inseguire la convalida sociale non ci porterà mai felicità. Al contrario, in realtà. E’ più probabile che ci porti delusione, la stima di sé affronta la solitudine e persino la depressione. È semplicemente impossibile essere abbastanza buono per tutti.

Non dimenticarlo mai:
Se vivi per l’accettazione della gente, morirai dal loro rifiuto.

4 – Approfittare di altre persone è la norma
La società dei consumi consiste nel ricavare, utilizzare e, infine, buttare via le cose. Compriamo tonnellate di cose inutili solo per sbarazzarci di esso più tardi.
Mentre questo approccio sta causando un tremendo effetto devastante sull’ambiente, sta anche devastando le nostre vite personali. Abbiamo iniziato a trattare le persone nello stesso modo in cui trattiamo gli oggetti.
Credo che ognuno di noi ne abbia approfittato. Ricorda quel collega amichevole che sembrava così gentile e interessato finché non lo hai aiutato a scrivere un rapporto? O quel tuo vecchio compagno di classe che è riapparso nella tua vita solo per avere il tuo aiuto nella formattazione del suo laptop? O forse quell’amico che vuole vederti solo quando è nei guai ma non risponde alle tue chiamate quando hai bisogno di qualcuno con cui parlare?
Situazioni come questa fanno parte della vita di oggi e non ci sorprendono nemmeno più. Purtroppo, è diventata una rarità incontrare un individuo senza motivi nascosti. Qualcuno che sinceramente si preoccupa per te ed è felice di vederti solo perché lui o lei gode della tua compagnia. Se hai un paio di persone del genere nella tua vita, considerati fortunato.
La verità è che questa mentalità non ti renderà mai felice. Potresti davvero raggiungere alcuni dei tuoi obiettivi approfittando di altre persone. Ma alla fine, tutto ciò che rimarrà sarà la voce della tua coscienza e la solitudine divorante.

5 – Ci concentriamo sui valori materiali e ignoriamo quelli reali
Qual è lo scopo più grande della vita in una società dei consumi? Avere un lavoro prestigioso e remunerativo e un grosso conto bancario, possedere una grande casa e una macchina insieme a tutti gli altri attributi di ricchezza e successo. Solo una persona che soddisfa questi criteri è considerata un vero successo e riceve la lode e il rispetto di tutti.
Ma il significato della vita è davvero quello di ottenere ricchezza materiale e guardare bene agli altri? Oggi molte persone sono ingannate dalle bugie che la società dei consumi ci dice quotidianamente. Di conseguenza, si trovano bloccati in lavori che odiano e vivono una vita che sembra monotona e priva di significato. Questo è probabilmente uno dei motivi per cui i tassi di depressione non sono mai stati più alti di oggi.
La nostra società dei consumi ci distrae dalle cose che hanno un valore reale nella vita. Invece, ci indirizza verso obiettivi effimeri, facendoci servire i suoi interessi senza nemmeno esserne consapevoli.
La società giudica le persone con i loro successi. Sono attratto dalla loro dedizione, semplicità e umiltà.

Trovare la felicità nella società dei consumi
Bene, immagino di disegnare un’immagine piuttosto noiosa del mondo di oggi. Ma sai, come con tutte le cose, c’è un lato positivo nel vivere in una società dei consumi. E riguarda le innumerevoli opportunità che offre.

Mentre la vita moderna spesso ci fa dimenticare cosa sia la vita, ci offre anche numerose possibilità per realizzare i nostri sogni. Non ci sono mai state così tante diverse attività, posti di lavoro e percorsi di carriera, e ognuno può trovare qualcosa per realizzare il proprio scopo nella vita.

Quindi, invece di lasciare che la società dei consumi ti ingannasse nel perseguire le cose sbagliate, concentrati su quelle giuste e cerca di trovare il tuo percorso unico nella vita.

Dimentica ciò che è popolare o prestigioso e cerca ciò che conta per te. Non cercare di avere successo e ottenere l’approvazione di tutti; segui la chiamata della tua anima. Perché questo è sempre stato e sarà sempre l’unico modo per raggiungere il vero successo e la felicità.

Fonte : https://www.learning-mind.com
Fonte : https://prepareforchange.net/2018/12/26/5-ways-the-consumer-society-has-distorted-our-perception-of-happiness/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...