Dandapani, il Monaco Induista

Emozioni Irrisolte ? Scrivile e bruciale nel fuoco per trasformare energia
Sul potere delle parole avevo già pubblicato in passato, ora traduco un utile e pratico contributo di questo monaco induista, Dandapani. Il concetto è già ampiamente espresso su questo sito da anni: tutto è energia, frequenze e vibrazioni. Quindi anche emozioni e parole ad esse connesse. Trasmettere energia e trasformare la materia sarà sempre piu’ fondamentale in questo presente d’Occidente, in particolare (sicuramente piu’ refrattario e represso su questa conoscenza)

Se scoprite di avere delle esperienze emozionali irrisolte nel vostro inconscio, che consumano un sacco di energia, prendete un pezzo di carta e scriveteci sopra il vostro problema.

Ogni esperienza emotiva ha incollate a sé delle emozioni.

Tesla diceva che “se volete trovare i segreti dell’universo, pensate in termini di energia, frequenze, vibrazioni”. Tutto è fatto di energia e vibra ad una certa frequenza.

Se ho una esperienza a cui è attaccata una emozione, questa vibra nella mia mente subconscia.

Il mio obbiettivo? Non posso farci nulla con la esperienza in sé perché è già accaduta, ma quel che posso fare è aiutare me stesso a rimuovere l’emozione che è attaccata alla esperienza.

Dunque, prendo un foglio di carta, ci scrivo sopra il problema e mentre lo scrivo …succede qualcosa di veramente interessante: quella esperienza si sposta dal mio subconscio, alla mia mente conscia, perché lo sto rivivendo.

Quel che accade di interessante è che l’energia, l’emozione che emerge dalla esperienza, scorre attraverso le mie mani sul foglio di carta. Quindi faccio a pezzetti il foglio di carta e lo brucio nel fuoco ( puo’ essere un caminetto, un contenitore di rifiuti… non ha importanza).

Forse che il fuoco distrugge l’emozione? No, perché non potete distruggere l’ energia. Ma quello che effettivamente fa è trasformare l’emozione, nel pezzo di carta, in fiamma, calore, cenere, fumo e varie altre cose.

Quante volte dovreste scriverlo? Beh dipende dalle emozioni. Se si tratta di una esperienza intensa potreste doverlo scrivere 3-4 volte. Se non è cosi intensa forse solo una volta o due.

Mi ricordo al prima volta che ho detto tutto questo… ero con un gruppo di imprenditori a Perth (Australia) , circa 5 anni fa. Uno dei presenti mi disse:
“Senti Dandapani, mi rendo conto che ci sono esperienze a cui sono attaccate emozioni e anche mi rendo conto che quando si rivivono, o si scrive in merito alla esperienza stessa, tutto cio’ va dalla mente subconscia a quella conscia. Ma tutta la storia che le emozioni che emergono dalla esperienza, fluiscono attraverso le tue mani e finiscono nel pezzo di carta… veramente mi è difficile crederci. Tutto questo mi suono un po’ troppo spirituale”

Ok, gli dico e gli chiedo: “Hai degli figli?”
“Si – mi dice- ne ho due, uno di 4 e uno di 6 anni”.
Gli chiedo “ E al tuo compleanno o alla Festa del Papà, non creano delle cartoline di auguri per te?”
“Si , certo. Sempre”
“Dunque… che effetto ti fa?”
“ Beh non sono splendide, sono fatte da un bambino di 4 anni”
“Bene – gli chiedo- se le vedessi in un negozio, pagheresti del denaro per questo? “
“Certo che no, mi risponde.”
“Ma tu le conservi invece”.
“Si certo, le tengo tutte”.
“Perché dunque lo fai?”
“Perché tutto è pieno d’amore”

“Fammi capire…mi stai dicendo che i tuoi piccoli conoscono la magia del monaco? Perché due minuti fa ti ho detto di mettere le tue emozioni su un figlio di carta e mi hai guardato come se fossi un matto e ora mi dici che il tuo piccolo di 4 anni sa come farlo. Giusto? Perché lui ha preso un foglio di carta e ci ha messo sopra le sue emozioni, un pezzo di carta che non volevi, un cartoncino che non volevi e ci ha messo sopra la sua emozione e ti ha dato il cartoncino e tu lo conservi…

Quindi puoi veramente trasferire energia, una emozione dentro di te, su un’altra materia. Quanti di voi hanno figli ed hanno in casa uno di quei disegni che non sono particolarmente attraenti? Li tenete? E perchè? Non potrete mai venderli a nessuno, nessuno mai li vorrebbe, giusto? Li tenete perché sono pieni d’amore, pieni di emozione. Quindi… potete spostare le emozioni da dentro a fuori di voi.

L’energia non puo’ essere creata o distrutta, ma puo’ essere trasferita o trasformata, da una cosa all’altra.
Dunque prendete un foglio di carta, scriveteci sopra la vostra emozione e poi bruciatelo nel fuoco… scrivetelo via da voi.

Chi è Dandapani?
é un prete induista, conferenziere sulla crescita personale, nonchè imprenditore; le origini di famiglia sono in Sri Lanka, ma lui è cresciuto in Australia. Laureato in Ingegneria elettrica, lascio’ tutto dietro di sé per diventare monaco induista, sotto la guida di Sivaya Subramuniyaswami. Per 10 anni ha vissuto una vita di seria disciplina personale, al monastero del suo guru, alle Hawaii.

Alla scadenza dei suoi voti, 7 anni fa, ha deciso di avventurarsi nel mondo, da solo. Ha fatto di New York la sua nuova dimora, determinato a vivere in prima persona cio’ che va predicando. Lavora con una varietà di individui, aziende e organizzazioni, in tutto il mondo.

Fonte: https://www.facebook.com/dailygoalcast/videos/516079338803236/UzpfSTEwMDAxMDEyMDg3NTA1MToxNDUzNDUzNDk1MDAxOTk5/
traduzione: M. Cristina Bassi per http://www.thelivingspirits.net
Fonte : https://www.thelivingspirits.net/dandapani-monaco-induista-emozioni-irrisolte-scrivile-e-bruciale-nel-fuoco/
Fonte : https://www.camminanelsole.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...