Notre Dame de Paris

I segreti nascosti di Notre Dame e il Parisii di Iside
Intorno al 250 aC, i Celti si stabilirono sul sito che sarebbe diventato l’antica città di Lutetia (Lutetia Parisiorum, “Lutetia dei Parisii”), e oggi è conosciuta come la città di Parigi. Prende il nome da una tribù di Celti nota come Parisii durante l’era romana dal primo al quarto secolo. I parigini (parigini) era stato detto che erano i seguaci di Iside che era conosciuta come la dea principale dell’impero greco-egiziano. Quindi, il Celtic Parisii venne dall’Oriente e alla fine si stabilì in Gallia.

Sono menzionate per la prima volta nei Commentari di Giulio Cesare che dimoravano in un distretto della Senna nella città chiamata Lutetia. Il geografo greco Strabo aveva scritto durante il regno di Augusto Cesare che i parisi vivevano intorno alla Senna, avendo una città, chiamata Lucotocia (Λουκοτοκία), su un’isola nel fiume “.

Questa città di Lutetia sarebbe stata in seguito ribattezzata Parigi nel 360 A.D sotto l’imperatore romano Giuliano, che la chiamò Civitas Parisiorum “la città dei Parisi” in onore dei fondatori della città, il Celtic Parisii. Era qui che i Parisii si stabilirono e con loro portarono la loro religione e i riti segreti della Dea dall’Oriente, e dove avevano costruito un tempio di Iside in cui si poteva trovare una statua di Iside.

Nel 1163, il sito del Tempio di Iside sarebbe il luogo in cui sarebbe stata costruita Notre-Dame de Paris (IPA: [nɔtʁə dam də paʁi], in francese per “Nostra Signora di Parigi”, ed era diventata la “chiesa parigina” dei re d’Europa. “La statua originale di Iside fu conservata nell’Abbazia di St. Germain fino all’anno 1514, quando l’arcivescovo di Meaux lo fece distruggere.

Gli archeologi moderni confermano che questa posizione fu il primo sito scoperto durante il regno dell’imperatore romano Augusto (27 aC-14 d.C.); rendendolo essenzialmente una posizione fondata sotto l’Impero Romano e la Pax Romana, che è stata quasi sempre governata da un inviato di Cesare. Durante la conquista romana della Gallia, i Parisi parteciparono al movimento di resistenza dei Suessiones a Caesar organizzato da Vercingetorige nel 52 aC, ma in seguito si unirono a Roma. Questo è il motivo per cui è considerata l’unica città sorella di Parigi è Roma e viceversa.
I Celtic Parisii alla fine furono forti alleati di Roma sin dai tempi di Augusto Cesare. Avevano privilegi speciali per gli uomini liberi sotto la legge romana e consideravano Augusto un tipo di salvatore o messia per il loro popolo. Un titolo che continuano a onorare fino ad oggi.

Quindi, il motto di Parigi è: “Solo Parigi è degna di Roma; solo Roma è degna di Parigi “.

Tuttavia, ho trovato che Cesare Augusto non ha perdonato l’adorazione della dea Iside, o di culti greco-egiziani. Furono semplicemente proibiti nell’impero romano durante i regni di Augusto e Tiberio. In effetti, ha trovato il culto “pornografico”, anche se il culto era noto per vietare periodi di astinenza sessuale ai suoi aderenti. Tiberio, udito uno scandalo sessuale che coinvolge il culto, fece crocifiggere i colpevoli e le immagini di Iside gettate nel Tevere.

Ma questa politica cambierebbe nel 38 d.C. sotto il regno di Caligola che consacrò il grande tempio romano nel Campo di Marte a Isis Campensis. Da questo punto in poi, ovunque Roma andò a conquistare con l’Aquila Romana come la Gallia, la Gran Bretagna, la Germania e persino qui in America, il culto della dea Iside avrebbe sostituito tutte le altre divinità e religioni.

Uno dei monumenti più famosi dell’antica Parigi è il Pilier des nautes (“il pilastro dei barcaioli”), decorato con molte divinità come Vulcano, Pan e il toro sacrificale dei Minosse (Giove).
L’iscrizione si legge sul Pilier des nautes;

TIBerio CAESARE
AVGvsto IOVI OPTVMO
MAXSVMO
NAVTAE PARISIACI
PVBLICE POSIERVNT

Durante il regno di Tiberio Cesare
Augusto, a Giove il meglio e il più grande,
i barcaioli parigini lo hanno eretto con denaro pubblico.

Questi barcaioli potrebbero essere chiamati i cretesi o fenici che ho collegato all’isola di Creta, in cui andrò in ulteriori dettagli di seguito e in futuri articoli.

Le Origini di Parigi e di persone di Parigi
Le origini del Parissi celtico potrebbero essere discese da una tribù nota come Parrhasians, un popolo dell’Arcadia. L’umanista e poeta italiano del XV secolo, Giovanni Battista Mantovano, aveva detto che i Parrasiani, che Ercole guidava da un angolo di Arcadia, arrivarono in Francia, dove si insediarono e diedero alla nazione il nome di parigini.

La chiave per comprendere le origini dei parigini è che la loro storia a Creta e in Grecia è avvolta nella mitologia, nei poemi epici e nei nomi mitici che mettono un velo sulle vere origini e sulla vera casa di queste persone. Un popolo che ho fatto risalire all’isola di Creta, che era anche conosciuto come Arcadia e molti altri nomi.

La città di Parrhasia è menzionata da Omero, e la sua antichità può essere desunta dal fatto che sia stata fondata da Lycaon o da Pelasgo. Pelasgo è detto da Apollodoro di aver sposato Melibea, la figlia di Oceanus. Secondo Ovidio, il loro figlio Lycaon era re di Arcadia, e la sua estrema malvagità era una delle principali cause della catastrofe del diluvio. Lycaon era il padre di Titanas e Orchomenusd, il cui figlio era il famoso Minyas, l’antenato degli Argonauti.

Il re Lycaon può essere collegato all’antica città di Creta chiamata Lycastus i cui abitanti hanno accompagnato Idomeneo alla guerra di Troia. I figli di Idomensus erano quelli che Homer aveva chiamato “Idomen” regale e bellicoso e che oggi conosciamo come i giudei (Idaeans, Tribe of Judah).

Pausania, il viaggiatore e geografo greco del II secolo d.C. aveva detto; Del santuario della Signora è il monte Lycaeus, che chiamano anche l’Olimpo, mentre altri Arcadiani lo chiamano il Sacro Picco. Dicono che Zeus sia stato allevato su questa montagna. C’è un posto sul Lycaeus chiamato Cretea: è alla sinistra del boschetto di Parrhasian Apollo, e gli Arcadiani sostengono che la Creta dove, secondo la leggenda cretese, Zeus era allevato, è questo posto, e non l’isola di Creta .

Come ho detto sopra, l’antico nome di Arcadia ho scoperto essere l’isola santa di Creta che ho scritto numerose volte sul mio blog, e le cui persone sono state conosciute da molti nomi diversi come i cretesi, gli arcadiani, i minoici, Filistei, fenici, gnostici, ebrei e ebrei nel corso della storia. Questa è l’isola in cui il Re degli Dei, Zeus (Giove) è nato e nascosto in una grotta sul Monte Ida da sua madre che a volte viene chiamata Rea (Venere) o Cybelle dal suo vendicativo padre Kronos (o Saturno).

I simboli di Cibele sono, la pietra cubo nera, la meteora, la mezzaluna di Venere, la cornucopia, la corona murale, il carro e leoni.

Cibele a mezzaluna e leoni
È anche conosciuta come la “Grande Madre Montagna (Mater Idaea o Madre Idaea)”, che è stata spesso raffigurata in un carro trainato da leoni come se stesse girando attorno a lei per pregare. Virgilio aveva detto che il re Enea aveva navi sacre a Cibele e aveva decorato la prua della sua nave nella rappresentazione del sacro monte Ida e una coppia di leoni. A Roma, Cibele era conosciuta come la Magna Mater.

La connessione con Cybele (Rhea, Mountain Mother e Magna Mater) e Isis può essere vista nei simboli della mezzaluna di Venere e del leone. Iside era anche noto per essere raffigurato nell’arte e sulle monete con leoni.

Il poeta Virgilio durante la famosa campagna di guerra di Augusto Cesare aveva scritto; “Generosa dea di Ida, tu, Madre degli Dei, che si diletta in Dindyma e città torreggiate e leoni aggiogati a coppie, ora guidami in questa battaglia imminente; Dea, rendi questo segno favorevole, cammina al fianco degli squadroni frigi con il tuo grazioso passo. ”

Nel mio articolo avevo scritto di Frigia e dei Frigi, “Significato del massone.” In quell’articolo ho dichiarato la parola greca “Phrygians”, Фр £ ог che significa “uomini liberi” e che i Frigi provenivano da un paese che nella mitologia e I libri di storia si chiamavano Frigia e oggi è conosciuta come l’isola mediterranea di Creta. Come parte delle cerimonie romane, quando uno schiavo avrebbe ottenuto la sua libertà, si fece rasare la testa e poi gli mise sulla testa il berretto frigio che era anche conosciuto come il Cap of Liberty. Il berretto frigio fu indossato dai rivoluzionari durante la rivoluzione massonica francese nel XVIII secolo.

È noto che nell’isola di Creta avevano adorato una dea che è diventata nota come la dea dei serpenti. Nella città di Cnosso, Sir Arthur Evans aveva trovato la famosa statuetta alta dieci pollici della “dea serpente” che teneva in mano serpenti con i seni scoperti. Questa dea serpente di Creta, credo che in seguito divenne Iside, e i seguaci di questa dea, i Parrhasiani migrarono da Creta a Parigi e in seguito divenne noto come Parisii.

La statuina risale al 1600 a.C. circa e mostra una dea che sottomette il serpente che sembra essere simile ad altri miti come la Favola egiziana di Iside e Tifone; “Osiride e Iside vissero felici e contenti; poi sorse il serpente Tifone e li perseguitò, specialmente il secondo, e finalmente invase l’invidia di Osiride, e affidò i suoi resti spezzati a un’arca oa un baule. “Da qui il nome mitologico degli Arcadi per i cretesi.

È importante notare che i Greci avevano chiamato Iside la dea con diecimila nomi o Isis Panthea (“Iside la Divinità”).

La dea Iside è anche ben nota per essere vista con i serpenti. Ecco un’immagine di Iside ora chiamata stele di Metternich, e mostra chiaramente Iside con serpenti come la dea serpente di Creta. Risale alla trentesima dinastia egiziana intorno al 380-342 a.C. durante il regno di Nectanebo II. Quindi, questo sarebbe stato fatto molto tempo dopo la dea serpente di Creta e perché credo che i cretesi avessero importato questa dea in Egitto, dove sarebbe stata in seguito conosciuta come Iside e non viceversa.

Il Celtic Parisii potrebbe aver avuto origine anche dalla mitologia di Elena, moglie di Menelao, re di Sparta, il cui rapimento da parte di Parigi causò la guerra di Troia. Dove è stata rapita Helen? Poteva Helen essere collegata con Cibele di Creta che sarebbe poi diventato noto nell’impero greco-egiziano come Iside, e il loro culto si spostò in Occidente in Gallia (Francia) dove si sarebbero stabiliti sulla Senna? Un popolo di guerra cretese che ora era conosciuto come il Celtic Parisii e che diede origine a una delle città più famose del mondo chiamata Parigi, che si trovò ad essere uno dei più potenti alleati romani in Occidente?

Penso che ora possiamo dire che la storia, le prove e la scienza lo dimostreranno come un dato di fatto.

La Pietra degli Dei e dei Massoni
Un altro collegamento tra i Parissi e i Cretesi sarebbe un tipo speciale di pietra noto come calcare. Si dice che l’intera isola di Creta sia una gigantesca montagna calcarea, e la mia teoria è che queste persone di Creta non si sistemerebbero da nessuna parte, ma solo dove c’era molta pietra calcarea da trovare. Questi furono i primi veri Massoni che usarono principalmente il calcare per costruire i loro edifici, e persino il famoso trono del re a Creta che fu trovato a Cnosso fu fatto di pietra calcarea.

La città di Parigi è stata costruita sopra le cave di calcare conosciute come calcare parigino o la pietra calcarea luterana parigina. Quasi tutti gli antichi edifici di Parigi erano anch’essi fatti di pietra calcarea.

Il calcare era uno dei prodotti più preziosi per queste persone, non solo per gli edifici, ma anche per le proprietà curative del calcare. I fatti occidentali sono che non ci sono molte aree che hanno una sovrabbondanza di calcare come Parigi, e questo sarebbe esattamente il motivo per cui avevano scelto questa posizione per stabilirsi.

Una nota finale interessante è che la residenza ufficiale e il luogo di lavoro principale del Presidente degli Stati Uniti, noto come la serra, è anch’esso fatto di pietra calcarea che doveva essere importata dalla Croazia. È noto che i massoni francesi, o che possiamo chiamare i parisi di Iside che costruirono Notre Dame in pietra calcarea e gran parte di Parigi, avevano aiutato gli americani a progettare e costruire la maggior parte di Washington DC. Avevano anche dato la statua di la libertà come dono agli Stati Uniti in cui la fondazione della Statua della Libertà è fatta di pietra calcarea.

La scienza del DNA dei Parigi e le loro cugine greche
Una delle ultime connessioni che vorrei menzionare è che ora abbiamo una scienza del DNA che può sostenere la mia teoria delle origini del Parisii celtico. DNA che ora possiamo trovare sia in Francia che a Parigi, per ricostruire il modo in cui è arrivato in Francia dai paesi dell’Est come Creta, Grecia, Egitto e molti altri paesi. Gli aplogruppi di DNA di cui parlo oggi sono noti come E2b1b1b2a E-M123 e E-M34 Haplogroups.
Come ho già detto, i Parisi erano forti alleati di Roma. Ho rintracciato gli E2b1b1b2a E-M123 e gli E-M34 Haplogroups in tutto il mondo fino a ovest come il nord della Francia e fino all’estremo sud-ovest della Russia. Troverai SEMPRE questo Haplogroup nelle stesse identiche posizioni in cui i Romani si erano avventurati e / o avevano conquistato. L’unica spiegazione per questo sarebbe che questo DNA fosse di origini romane o che queste persone fossero impiegate e / o rese schiave dai romani o dai loro successori.

Si dice che questo DNA sia il lignaggio fondante di molti ebrei semitici e sefarditi, rappresentando oltre il 10% di tutte le linee maschili. Si trova anche in individui come gli ebrei etiopi e negli arabi.

In Europa E-M123 si osserva solo a frequenze superiori al 2,5% nel sud dell’Italia, nella regione spagnola dell’Estremadura (4%) e nelle isole Baleari di Ibiza e Minorca (mediamente al 10%). E-M123 avrebbe potuto essere portato nelle coste mediterranee d’Europa dai Fenici e in Italia dagli Etruschi (dall’Anatolia). I Romani potrebbero aver contribuito a diffonderlo attorno al loro impero a basse frequenze. (Eupedia)

L’imperatore francese Napoleone Bonaparte apparteneva a questi Haplogroups del DNA, e anche persone potenti in altri paesi come il cancelliere tedesco con Adolph Hitler, e qui negli Stati Uniti con persone come il massone del 33 ° grado e il presidente Lyndon Baines Johnson.

Sono sicuro che queste connessioni storiche, di DNA e massoniche non sono affatto una coincidenza. Molto probabilmente un giorno presto potranno essere accettati come fatti storici basati sulla scienza e non sulla mitologia.

Fonte : https://gnosticwarrior.com
Fonte : https://prepareforchange.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...